Allo spuntar del sole a Selinunte
l’Akropoli si veste di splendore,
risveglio di natura qui si sente:
il mare e le campagne fanno odore.

Il sole indora i templi a Selinunte,
la luna imbioanca, inargente il mare,
le stelle fanno il parco più accoglente,
il mondo in tero viene per … sognare.

Al tramontar del sole a Selinunte
sembra fatato il ciel tra stelle e luna;
qui tutto c’era or non c’è più niente
anche i templi nascosti dalla … duna.

Cosi restando è un progetto finto,
si liberi l’Akropoli ed il Parco,
si tolga con le ruspe il gran recinto,
s’attrezzi il porto per l’atteso sbarco.

Se m’intromento io non son beone,
ma non è giusto ingaggier memoria;
l’arteficie è stato un cervellone
che volle tumular (ahimè!) la storia.

Avanza “LIBERA”: Giovani-Impegno
fortezza lucida, forte il lamento,
il grido unanime con grande sdegno:
BASTA CON DUNA-RECINTO-CEMENTO!

di Ignazio Butera