Anche quest’anno, il 2° Circolo R. Settimo ha aderito all’iniziativa “Libriamoci”, giornate di lettura ad alta voce, che per la prima volta ha avuto un tema istituzionale, “Positivi alla lettura”; nell’anno in cui l’aggettivo “positivo” ha purtroppo assunto connotati contrari al suo significato, il tema di questa edizione ci ricorda quanto sia importante avvicinarsi ai libri con una disposizione d’animo pronta ad accogliere i benefici che la lettura sa dare.
Il progetto educativo didattico di questo anno ha avuto come tema la storia del “Piccolo principe” di Antoine De Saint-Exupery e ha coinvolto tutti gli alunni delle classi seconde dei Plessi R. Settimo e D. Alighieri.

I “piccoli” alunni, accompagnati in questo viaggio dalla fantasia dei racconti e dalla tenerezza di un personaggio tanto piccolo e misterioso, si sono rispecchiati nelle figura del Piccolo Principe, riflettendo su alcuni importanti valori etici come l’amicizia, il rispetto, l’accoglienza, la generosità, la solidarietà e la voglia di veder nascere un mondo migliore, più giusto, più equo, più sano e più pulito.
Attraverso la creazione di uno spazio-lettura rilassante e la realizzazione di qualificanti momenti di “ascolto”, gli alunni, guidati dalle insegnanti, hanno colto l’importanza di non perdere di vista questi valori crescendo, come è successo ai “grandi” che ha incontrato il Piccolo Principe.
In classe la lettura è stata l’attività principale, ma non l’unica. Il tema delle relazioni, del creare legami è il tema conduttore del libro e quindi anche i bambini, avendo creato uno stretto legame con il testo, hanno sentito il dovere e il piacere di raccontarsi, lasciandosi prendere dall’essenziale che è invisibile agli occhi, ma che ha la potenza dell’emozione e del sentimento.
La settimana della lettura del libro è culminata nell’ incontro in videoconferenza con la lettrice d’eccezione Maria Cristina Oliva, insegnante e psicologa, che ha intrattenuto gli alunni con una lettura teatralizzata di alcune parti del libro. Gli alunni di ciascuna classe hanno interagito con la lettrice, attraverso letture di passi, recitazione di brani e poesie, produzioni grafico-pittoriche, realizzazione di powerpoint e proiezione di un video riassuntivo delle varie fasi di lavoro.

L’incontro con la lettrice ha rappresentato il momento conclusivo di un percorso iniziato attraverso la lettura, l’analisi e il commento di ogni capitolo del libro e la condivisione dei sentimenti e delle emozioni che ne sono scaturiti. In particolare il Progetto è stato un cammino per costruire la propria autostima, un’avventura per conoscere mondi e individui, un viaggio alla scoperta dell’altro e all’ acquisizione della consapevolezza che siamo tutti “unici, speciali”. Gli alunni hanno dedicato il lavoro a quanti hanno paura di crescere e a tutti i grandi, col desiderio di risvegliare il bambino che dorme in loro.

La Dirigente scolastica, Prof.ssa Maria Luisa Simanella, che ha condiviso da subito il progetto, sottolinea: “La scuola è una palestra di vita attiva, nella quale si impara a pensare, a lavorare, a discutere e collaborare; proprio per questo ogni anno aderiamo a Libriamoci, iniziativa che punta a introdurre la lettura ad alta voce, un’occasione importante, per poter “viaggiare stando fermi” e allo stesso tempo beneficiare degli effetti positivi della lettura ad alta voce che aiuta a sviluppare competenze cognitive, fondamentali per una crescita armonica.

Angela Scirè