ASCOLTA L'ARTICOLO

L’azienda “GeOlive” di Castelvetrano ha donato al Comitato Croce Rossa Italiana di Castelvetrano 12.000 barattoli di olive da destinare alle famiglie bisognose e 5.000 euro per sostenere le attività dei volontari. La donazione è avvenuta stamattina. «Io ci sono e saremo con voi per il territorio sempre» ha detto l’amministratore di “GeOlive” Francesco Lombardo rivolgendosi al Presidente della Cri di Castelvetrano Giuseppe Cardinale. Lo stesso Presidente ha espresso la necessità di dover acquistare un’ambulanza per i servizi da offrire alla collettività nei Comuni di Campobello di Mazara, Castelvetrano, Partanna, Poggioreale, Salaparuta, Santa Ninfa.

«Tanti utenti si rivolgono a noi ogni giorno per richiedere il supporto dei nostri volontari qualificati al servizio ambulanza per trasporti da casa, cliniche, rsa verso diversi ospedali della provincia se non dell’intera Regione – ha detto Cardinale – e spesso ci troviamo in difficoltà nel non poter soddisfare le richieste di aiuto per via della nostra ambulanza avanti negli anni e nei chilometri. Abbiamo la necessità di un nuovo mezzo tale da poter garantire la massima efficienza e sicurezza ai nostri operatori ed alle utenze».

A fare da apripista alla gara di solidarietà per poter acquistare l’ambulanza, è stata proprio la “GeOlive”. Il Comitato Cri di Castelvetrano, proprio qualche settimana fa, è stato oggetto di un furto. Presso la sede in un ex caseificio confiscato alla mafia, in viale Autonomia Siciliana, sono stati rubati una motosega, due televisori, radiotrasmittenti e il tvr che conteneva le immagini del circuito chiuso delle telecamere.

AUTORE.