Il Movimento 5 Stelle di Casstelvetrano ne è certo: «Respiriamo ora profumo di libertà, siamo convinti che la città si risolleverà quando tutti i cittadini entreranno in gioco» dice il vice sindaco Biagio Virzì. Alla vigilia dell’anniversario della strage di Capaci, l’Amministrazione comunale ha voluto parlare di legalità davanti a una platea nutrita di studenti liceali. Stamattina, nell’aula magna del Liceo Scientifico “Michele Cipolla” il sindaco Enzo Alfano ha voluto Chiara Modica Donà Dalle Rose, la neo consulente alla cultura. Una lezione su legalità e Sicilia che ha ripercorso le figure di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino con le parole della consulente di origini veneziane che, citando anche Leonardo Sciascia, ha fatto accenno agli aspetti della letteratura, alla mentalità mafiosa «da sconfiggere».

Al microfono hanno sfilato gli studenti, dando lettura di brevi frasi pronunciate da Falcone e Borsellino, mentre Monica Cerrito ha letto una poesia in siciliano. Luci di speranza in una città affossata, nelle quali confidano ora anche i docenti: «Abbiamo vissuto nel buio – ha detto Graziella Zizzo – eravamo caduti nel baratro». Il vice sindaco Virzì è lì che ascolta e dice: «È arrivata l’ora di alzare la testa». L’avvocato Modica Donà Dalle Rose, a margine dell’incontro, parla come un fiume in piena dei tanti progetti (anche piccoli) che vuole mettere in cantiere per il territorio di Castelvetrano. L’entusiasmo ha già coinvolto i pentastellati “armati” di buona volontà, che dovranno amministrare un Comune in dissesto.