Macchè tavolo di crisi chiuso a un ristretto numero di forze politiche: «Il tavolo è sempre aperto». Il sindaco Enzo Alfano e il vice Biagio Virzì intervengono dopo le accuse («infondate») di alcuni consiglieri comunali di Fratelli d’Italia, gruppo misto e “Obiettivo città”. Sindaco e vice chiariscono che alla lettera aperta del 25 marzo scorso, hanno dato riscontro positivo associazioni di categoria, «mentre nessuna risposta è pervenuta dalle forze politiche». Il 17 aprile scorso poi sono stati invitati i capigruppo, per riunirsi l’indomani. Ma a quella riunione hanno partecipato solamente Pd, “Ricominciamo Insieme” e M5S.

Un secondo incontro s’è tenuto lo scorso 23 aprile. «Ma hanno partecipato solamente Pd, “Ricominciamo insieme” e “Insieme si può”», specificano Alfano e Virzì. Fratelli d’Italia, “Obiettivo città” e gruppo misto dicono di non essere stati invitati: «Nulla di più falso e fuorviante», replicano sindaco e vice. E chiariscono: «Il Tavolo anticrisi è aperto, pronto ad accogliere tutti quei tasselli preziosi alla ricostruzione socio economica della città a oggi ancora assenti. Il Tavolo è pronto ad accogliere nuove riflessioni e proposte provenienti da tutte le forze politiche». Un segnale chiaro alle forze d’opposizione: meno polemiche e più collaborazione.