Il decreto dell’Assessore regionale alle attività produttive Mimmo Turano parla chiaro: un giorno a settimana deve essere sospesa l’attività di panificazione. Ma non sempre quanto disposto viene rispettato. Questo è successo in qualche panificio di Castelvetrano che avrebbe scelto di non rispettare il giorno di chiusura, panificando regolarmente. A segnalarlo all’assessore comunale Manuela Cappadonna, è stato un gruppo di panificatori rappresentato da Giovanna Termini. I controlli, infatti, spettano alla Polizia Municipale e la Cappadonna è l’assessore con delega specifica.

A Castelvetrano sono circa 30 i panifici in attività e, secondo quanto disposto dal decreto, ognuno di loro segnala al Comune il giorno scelto per lo stop alla panificazione. «È necessario che da parte di tutti i panificatori vengano rispettate le regole – dice la Termini, che è anche la presidente dell’associazione “Pane nero di Castelvetrano” – e agli organi preposti tocca invece il controllo. Se questo non avviene non si rispetta il calendario di chiusura».