Giunto alla VI edizione, il portale EDUSCOPIO offre gratuitamente informazioni oggettive e comparabili sulla qualità dei percorsi di istruzione secondaria di II grado di tutta Italia ed è ormai diventato un riferimento prezioso per gli studenti delle scuole medie e le loro famiglie.

L’obiettivo di Eduscopio è quello di offrire a studenti e famiglie informazioni semplici e comparabili su come gli istituti tecnici e professionali – statali e paritari – preparano i propri studenti per il mondo del lavoro.
L’idea di fondo del progetto eduscopio.it è quella di valutare gli esiti successivi della formazione secondaria – i risultati universitari e lavorativi dei diplomati – per trarne delle indicazioni di qualità sull’offerta formativa delle scuole da cui essi provengono.

La missione principale degli istituti tecnici e professionali, infatti, è proprio quella di fornire competenze adeguate e immediatamente spendibili in termini lavorativi, curando in particolare la delicata fase di avvicinamento e ingresso al mondo del lavoro (transizione scuola-lavoro). Alcune scuole assolvono molto bene a questa missione, altre sono meno efficaci.

Nel raggiungimento di questo obiettivo l’Istituto Alberghiero Titone si posiziona al primo posto tra le scuole dello stesso tipo, nell’ambito del bacino di utenza (da Mazara a Sciacca) per indice di occupazione.
“Questo significa” dichiara la dott.ssa Rosanna Conciauro, dirigente scolastico dell’Istituto Alberghiero Titone, “che la nostra scuola ha una pregnante capacità formativa ai fini dell’inserimento lavorativo, con ottimi risultati in termini di occupazione e ridotti tempi di attesa per la prima occupazione significativa.

Non va sottovalutato, inoltre, che la nostra scuola, oltre a consentire l’accesso a qualsiasi facoltà universitaria, rilascia un diploma che abilita direttamente all’insegnamento delle materie professionali: nostri studenti diplomati da pochi anni hanno trovato, in tempi brevi, una soddisfacente attività lavorativa coerente con il proprio percorso formativo-professionale o hanno proseguito i propri studi a livello universitario o, ancora, hanno intrapreso l’attività di docenza”.