Anche quest’anno la scuola offre agli studenti una formazione in linea con il Quadro delle Competenze europee, con lo scopo di sviluppare un apprendimento di tipo lifelong learning finalizzato all’accrescimento del bagaglio di competenze spendibili lungo l’arco della propria vita. Nella mission dell’Istituto un ruolo importante rivestono le lingue straniere che, in una realtà sempre più aperta all’inclusività e alle pari opportunità, assumono il valore della verticalità.

In quest’ottica l’Istituto ha ampliato negli anni l’offerta formativa, attraverso attività complementari ed integrative di lingua francese e spagnola, rivolte alle classi quinte della scuola primaria ospiti, in questo momento, alla Pardo. L’insegnamento di queste due lingue, che sarà tenuto dalle prof.sse Piera Passerini e Rosanna La Cascia, avrà come obiettivo l’acquisizione di competenze fonetiche e lessicali, che rappresentano importanti prerequisiti per il grado successivo di istruzione.

Ed è proprio nella scuola secondaria di 1° grado che questo percorso trova il suo naturale proseguimento. L’Istituto infatti, già da tre anni, offre ai suoi studenti il bilinguismo inglese e francese nella scuola primaria, offerta formativa unica sul territorio, affinché le competenze multilinguistiche possano essere sviluppate e consolidate anche in vista del proseguimento degli studi nella scuola secondaria di 1° grado.

L’offerta formativa dell’Istituto si arricchisce, inoltre, di ulteriori opportunità per potenziare le competenze acquisite dagli studenti nelle ore curriculari. La scuola, Centro Trinity, certifica gli alunni dall’infanzia alla secondaria di 1° grado, permettendo il conseguimento di un titolo riconosciuto a livello europeo che oltre ad incrementare il bagaglio linguistico e culturale, rappresenta una risorsa in prospettiva multiculturale. Si inseriscono in questo quadro anche il progetto Erasmus plus – KA229 “Exchange of Good Practices”, che ha incentivato la mobilità e gli scambi (in-coming e out-going) e l’eTwinning che favorisce uno scambio culturale e virtuale tra le scuole, sviluppando competenze digitali, civiche e linguistiche.
La scansione oraria della scuola che prevede alla scuola primaria sia il tempo pieno (40 ore) che il tempo normale (27 ore), e alla secondaria la possibilità di scelta tra 30 ore settimanali (senza rientri pomeridiani) e 36 (con due rientri pomeridiani) è funzionale ad una distribuzione efficiente degli spazi e delle risorse dell’Istituto, che tengono conto delle esigenze degli alunni, anche in un periodo emergenziale come quello attuale.

Addetto stampa IC Capuana/Pardo
Lara Rizzo