vigili-urbani-polizia-municipale

A proclamarlo, dopo un’assemblea con i lavoratori, sono i segretari della Funzione pubblica Cgil e della Cisl Fp di Trapani che hanno contestualmente chiesto un incontro al prefetto Leopoldo Falco per affrontare le svariate questioni che coinvolgono gli agenti – 21 precari e 22 di ruolo – della polizia municipale.

In particolare, tra i problemi ancora irrisolti, nonostante siano stati più volte evidenziati dai sindacati al comandante della polizia municipale, i 43 lavoratori rivendicano la mancata programmazione, almeno settimanale, degli ordini di servizio, il mancato rispetto del piano ferie già elaborato con largo e congruo anticipo, il pagamento del salario accessorio relativo a turni, festivi e reperibilità, la disparità di trattamento tra personale di ruolo e a tempo determinato e l’assenza di un adeguato abbigliamento, indispensabile per svolgere il ruolo di agente di polizia municipale.

Constatiamo – ha detto il segretario generale della Funzione pubblica Cgil di Trapani Vincenzo Milazzo – che il comandante della municipale oltre che disattendere le richieste del sindacato addotta nei confronti degli agenti un atteggiamento che riteniamo umiliante, discriminante e di mancato rispetto per la dignità professionale

La Funzione pubblica Cgil e la Cisl Fp si sono dette pronte a programmare incisive iniziative di lotta volte a difendere i diritti dei lavoratori e dell’intera collettività castelvetranese.

 

 

           L’ufficio stampa

Maria Emanuela Ingoglia