La sera di martedì appena trascorso, i Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano, durante l’espletamento di un normale servizio di controllo del territorio, hanno proceduto all’identificazione di un soggetto presso il Parco delle Rimembranze. L’uomo, R.D. cl. 77, ha fornito agli operanti, quale documento di riconoscimento, una patente di guida risultata sospesa con ordinanza prefettizia.

Appreso l’intenzione dei militari operanti, intenti all’immediato ritiro, l’uomo iniziava ad agitarsi e ad inveire contro quest’ultimi proferendo frasi minacciose e oltraggiose nei loro confronti. Nonostante i tentativi di calmarlo e di spiegargli le procedure da seguire per riottenere la validità del documento, l’uomo tentava la fuga a piedi e, durante la corsa durata pochi metri, scagliava loro una pietra di grosse dimensioni e dei pezzi di vetro di alcune bottiglie reperite per strada.

Nessuno dei militari rimaneva ferito e il soggetto, bloccato ed ammanettato, veniva trasportato presso la Compagnia di Castelvetrano dove veniva dichiarato in stato d’arresto. Dopo aver trascorso la notte in camera di sicurezza, il quarantatreenne è stato giudicato nella mattina di ieri mediante rito direttissimo all’esito del quale ne è stato convalidato l’arresto e sono stati disposti nei suoi confronti l’obbligo di presentazione giornaliero alla Polizia Giudiziaria, l’obbligo di dimora presso il comune di Castelvetrano e l’obbligo di permanere in casa durante le ore notturne.

COMUNICATO STAMPA
Legione Carabinieri “Sicilia”
Comando Provinciale di Trapani