Continuano senza soste le attività del Comune per l’individuazione della causa che avrebbe portato alla contaminazione dell’acqua proveniente dalla rete idrica cittadina.

Lo scorso 14 agosto è stato infatti diramato un avviso pubblico della Commissione Straordinaria relativamente al DIVIETO di utilizzazione dell’acqua della rete idrica comunale nella Via Brigadiere Salvo d’Acquisto, Via Giorgio Di Maio e Piazzale Padre Puglisi, stante il rinvenimento di valori che manifestano la non potabilità idrica

Dopo un tavolo tecnico tra i commissari ed i tecnici comunali sono partiti i lavori di ispezione dei tombini delle aree interessate del divieto. Non essendo stata individuata la causa si è passati quindi alle attività di scavo che sono ancora in corso. Si pensa che precedenti scavi abbiano potuto causare un un danno che avrebbe provocato uno sversamento fognario nelle condutture idriche.

In attesa che il problema venga risolto, sono notevoli le difficoltà per le famiglie di Castelvetrano che vivono nelle zone del divieto. In alcune abitazioni, infatti, le autobotti messe a disposizione del Comune non possono fornire il servizio di assistenza offerto per sopperire al divieto di utilizzo dell’acqua pubblica.

Via Salvo d’Acquisto e Via Giorgio Di Maio

Piazzale Padre Puglisi