Sdegno, costernazione e sconforto. È quanto prova il sindaco di Campobello di Mazara Giuseppe Castiglione appresa la notizia dei 4 giovani arrestati che avrebbero abusato di una giovane diciottenne. La violenza si sarebbe consumata nel febbraio scorso, nella casa estiva di uno degli arrestati. «Non c’è posto a Campobello per gente del genere», ha scritto Castiglione sul suo profilo Facebook. «Dopo pochi giorni dalla notizia dell’arresto di un boss mafioso per abusi su minori, la nostra comunità viene nuovamente scossa da un altro terribile fatto», ha ribadito ancora Castiglione.

Il sindaco ha espresso ringraziamenti ai carabinieri che hanno svolto le indagini: «Esprimo ferma condanna nei confronti di azioni tanto esecrabili e che non possono e non devono lasciarci indifferenti, imponendo una seria e profonda riflessione alla società tutta, dalle famiglie, alla scuola alle istituzioni, sulla grave e preoccupante deriva che stiamo vivendo e sull’importante questione della formazione e dell’educazione dei nostri giovani», è quanto dice Castiglione.