polizia mazara

Nel pomeriggio di lunedì 8 febbraio 2016, personale della Sezione Investigativa del Commissariato ha eseguito un’ordinanza dispositiva della misura cautelare della custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Marsala, a carico di un cittadino mazarese di 50 anni.

Nello specifico, il provvedimento restrittivo si riferisce ad un grave contesto delittuoso, protrattosi per oltre un anno, dal dicembre del 2014.

In particolare, dalle indagini è emerso che l’odierno arrestato, approfittando della posizione di autorità e di fiducia, generatasi nell’ambito della convivenza con una donna di 30 anni, si è ben presto determinato ad iniziare una vera e propria escalation di abusi e molestie, culminate poi in vere e proprie violenze sessuali, avvenute con cadenza anche più che settimanale, ai danni della figlioletta della stessa, di soli nove anni, imponendole assoluto silenzio sulla vicenda, sotto la minaccia di negative conseguenze in caso di rifiuto.

Nel contempo, il soggetto ha, altresì, sottoposto la propria convivente ad una lunga serie di maltrattamenti in famiglia, di natura verbale, psicologica e fisica.
Il quadro accusatorio ricostruito, apparso, fin da subito, particolarmente grave e solido,
ha permesso di deferire il soggetto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala che, condividendo le conclusioni investigative di questo Ufficio, ha richiesto al competente G.I.P. la misura cautelare a carico dell’autore del reato.

Comunicato Stampa
Commissariato di Pubblica Sicurezza di Mazara del Vallo