ASCOLTA L'ARTICOLO
Lo spettacolo “Lumìnaria”, drammaturgia e regia di Giacomo Bonagiuso, andato in scena il 24 agosto a Partanna, ha di fatto ‘inaugurato’ un nuovo, ma ‘antico’, spazio teatrale in città. Si tratta  dell’area davanti la chiesa del Purgatorio, dove sono confluite circa quattrocento persone, molte delle quali soffermatesi anche in piedi, per assistere allo spettacolo sorto dove i più bei tramonti del belvedere, e le vestigia della chiesa, hanno ridato vita all’identità storica di Partanna. Uno spazio teatrale e musicale all’aperto, tra modernità e antichità, che è patrimonio della città.
“Nell’ambito di Artemusicultura 2022 – dice il sindaco, Nicolò Catania – che abbiamo promosso come negli anni passati includendo appuntamenti di grande spessore, l’associazione Teatro Libero ha portato in scena ‘Luminarìa’, ambientato sul sagrato della chiesa del Purgatorio, nei pressi dello slargo che immette sul Castello Grifeo. Un successo assoluto che ci ha confermato come la riscoperta di spazi e siti anche inediti, ma di grande suggestione, possa rendere la città un luogo da vivere nella sua interezza, e da valorizzare grazie alla sperimentazione e alla collaborazione con le realtà culturali del territorio”.
AUTORE.