ASCOLTA L'ARTICOLO

Danila Di Stefano (Dret Project), Antonella Bencivinni (giudice), Domenico De Gennaro (medico), Antonietta Conte (ingegnere aerospaziale), Antonello Mangogna (progettista di equipaggiamenti avionici), Vito Zarzana (docente in pensione e appassionato di archeologia). Sono queste le ‘eccellenze’ premiate durante la 1a edizione del “Premio 91028”, che si è svolta ieri sera al Castello Grifeo di Partanna. Il Premio è stato assegnato alle sei personalità che, attraverso il proprio lavoro e la propria attività imprenditoriale, associativa, culturale, hanno contribuito in maniera significativa a portare in auge il nome della città.

La manifestazione è stata organizzata dall’associazione culturale “Ciuri”, presieduta da Filippo Peralta, in collaborazione con la rivista culturale on line “Loft Cultura” e con il patrocinio del Comune di Partanna, dell’Assessorato regionale al turismo e dell’Unione dei Comuni del Belìce. Una serata ricca di emozioni, arricchita dalle performances musicali della giovane marsalese Viviana Angileri, vincitrice di alcuni festival canori della provincia ma notata già in ambito artistico nazionale, e del duo composto dai violinisti Gianni e Manuel Burriesci, di 13 e 14 anni, talenti assoluti con un curriculum ricco di successi.

A premiare le eccellenze partannesi sono stati il sindaco, Nicolò Catania, gli assessori della Giunta, Angelo Bulgarello, Noemi Maggio, Antonino Zinnanti e Santo Corrente, e il Presidente del consiglio comunale Massimo Cangemi. Nell’ambito della serata è intervenuta anche Valeria Li Vigni, già alla guida della Soprintendenza del mare della Regione siciliana, vedova di Sebastiano Tusa. E’ stato il sindaco Nicola Catania a lanciare la proposta di conferire a Valeria Li Vigni, come fatto con Sebastiano Tusa lo scorso anno, la cittadinanza onoraria.

“Questo è un Premio che gratifica quanti si sono spesi nel tempo con abnegazione per la migliore visibilità della nostra città – ha detto il sindaco Nicolò Catania – e che funge anche da esempio per tutti e per i giovani, in particolare. Premiare le professionalità e valorizzare le competenze è un’azione in cui crediamo, da sempre”. Soddisfatto il presidente dell’associazione “Ciuri”, che dal 2015 porta avanti l’iniziativa di premiare le eccellenze del territorio e che nel tempo ha organizzato il Premio a Marsala, a Favignana e a Paceco, in sinergia con le istituzioni.

AUTORE.