giovanni falcone castelvetranoVentitre anni fa la strage di Capaci, che domani sara’ ricordata a Palermo da 40 mila studenti, e dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, presente il capo dello Stato, Sergio Mattarella. Nell’aula bunker dell’Ucciardone, ci saranno anche i ministri della Giustizia, Andrea Orlando, e dell’Istruzione, Stefania Giannini.

Una giornata della memoria di quel sabato del 1992 quando, alle 17.58 esplosero sotto l’autostrada che collega Palermo all’aeroporto 500 chili di tritolo che uccisero il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Rocco Dicillo, Vito Schifani e Antonio Montinaro.

Fu “l’attentatuni”, come lo definit’ il killer mafioso Gioacchino La Barbera. Meno di due mesi dopo, il 19 luglio, un’altra bomba di Cosa nostra fara’ tremare la citta’ scoppiando in via Mariano D’Amelio per assassinare il giudidce Paolo Borsellino, collega e amico d’infanzia di Falcone, e i cinque poliziotti che lo proteggevano, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Agostino Catalano. Anche questa strage sara’ commemorata domani.


Il Sindaco di Castelvetrano, Felice Errante, invita la cittadinanza a ricordare ed onorare la memoria di Giovanni Falcone, della la moglie Francesca Morvillo, e di Antonio Montinaro, Rocco Di Cillo e Vito Schifani.

Il primo cittadino, i componenti della Giunta Municipale, il Presidente del Consiglio Comunale ed i consiglieri si recheranno domani, sabato 23 maggio alle ore 09.00, presso il giardino comunale intitolato a Falcone e Borsellino per deporre un mazzo di fiori e rendere loro omaggio.

Ecco l’edizione straordinaria del TG1 di quel tragico giorno