Per il “Solstizio d’estate e le isole di accendono”, al lido Tukè allo scalo di Marinella di Selinunte si sono ritrovati I poeti dell’Hoggidì per leggere il testo “Pour une ile à venir” di Benoît Conort, tradotto in italiano da Salvatore Violante.

L’appuntamento annuale è organizzato da Francesca Lombardo Di Rosa. Alcuni brani del testo sono stati letti da Giù Giù Di Maggio, Gioacchino Mistretta e Teresa Pisani.

Durante la serata hanno letto le proprie poesie: Riccardo Ascoli, Vito Ingraldo, Leonardo Poma, Ugo Arioti, Nelli Poma, Giovanna Gucciardo, Erminia Corona, Angela Mistretta e la stessa Francesca Lombardo Di Rosa. Ad esibirsi anche I cantori di Trapani. La serata è stata dedicata a John Keats.