CITYPASS Castelvetrano

COMUNICATO STAMPA – 
Il lavoro silenzioso ma costante delle ASSOCIAZIONI CONFABITARE & NOI LABORATORIO CIVICO sta dando i suoi frutti. Nei prossimi mesi avremo il piacere di ospitare a Castelvetrano un workshop di arti pittoriche e grafiche con cui l’Accademia di Belle Arti di Brera, una delle più importanti scuole di preparazione alle belle arti di tutto il mondo, attraverso un percorso di studi di un gruppo selezionato di suoi studenti affrescherà alcuni siti della nostra città con temi e colori che si richiamano al nostro territorio.

Il workshop di arti pittoriche e grafiche sarà realizzato grazie alla convenzione che Confabitare Trapani ha sottoscritto con l’Accademia di Belle Arti di Brera e con il patrocinio gratuito del Comune di Castelvetrano. Tutto ciò nell’incontro avuto in data 17/07/2018 con il Dott. Caccamo in rappresentanza della Commissione straordinaria ed alcuni funzionari dell’Ente nel quale, oltre a formalizzare i reciproci impegni per il buon esito del citato workshop sono stati affrontati altri temi di notevole importanza per la città, come:
la redazione dei nuovi contratti per i canoni concordati (definizione dei canoni agevolati) per i quali le associazioni scriventi hanno preso l’impegno di collaborare gli uffici nella fase preliminare.
la situazione della raccolta della spazzatura per la quale ci è stato confermato l’impegno della Commissione a risolvere il problema nel più breve tempo possibile, attuando da subito la raccolta differenziata…. Noi abbiamo ribadito la necessità di attuare regole chiare e sanzioni pesanti per chi non si vuole adeguare.
Il degrado diffuso delle strade urbane per il quale poco si potrà fare nell’immediato viste le difficoltà economiche che sta attraversando l’Ente, come tra l’altro viene evidenziato dalle ultime relazioni della Corte dei Conti.

le tematiche relative all’acquisto e al recupero della “TORRE del GIGLIO” uno dei manufatti storici ed artistici più vecchi della nostra città essendo datata la sua edificazione alla prima metà del XV secolo.
sistemCome associazioni avremmo voluto occuparci direttamente del suo restauro e/o recupero, ma visto che in parte il monumento è stato donato per testamento dalla proprietaria al Comune di Castelvetrano, su mandato degli altri eredi abbiamo ribadito al Commissario Dott. Caccamo la loro volontà a donare le loro quote alla pubblica amministrazione. Ci auguriamo che presto l’Ente possa acquisire al suo patrimonio la Torre Giglio e che nel breve tempo sia possibile riportare tale importante manufatto storico al suo splendore ed evitare che possa crollare.

La vicenda del declassamento del P.O. Vittorio Emanuele di Castelvetrano che in questi giorni ha scosso la nostra comunità (chiusura di diversi reparti e 44 posti letto in meno) e che riteniamo utile ed indispensabile un intervento istituzionale forte nelle sedi opportune. Ci è stato assicurato che la Commissione rappresenterà le giuste e legittime istanze agli organi interessati non appena riscontrati i dati ufficiali.

Al Dott. Caccamo, il nostro ringraziamento per aver atteso alle nostre istanze ed aver dimostrato interesse per le iniziative che abbiamo intrapreso e intendiamo intraprendere sin dall’Ottobre 2017.

Vorremmo, infine portare la città a riflettere su due aspetti importanti:
il primo è inerente le problematiche che riguardano lo scioglimento del nostro Comune, per le quali non ci rimane altro che rimanere in attesa di conoscere le reali motivazioni che hanno portano l’allora ministro Minniti a sciogliere il Comune ed alla luce di quanto accaduto fino ad oggi possiamo solo dire che si è trattato di una azione prettamente politica e non giudiziaria, dove la mala-gestio del sistema politico è evidente, com’é nel resto del paese.
Il secondo è l’aspetto prettamente amministrativo dell’ente per il quale, pur non essendo d’accordo su tutto, le nostre associazioni hanno collaborato con i commissari e soprattutto non strumentalizzando le criticità che ci sono state, pur se, in alcuni casi, abbiamo avuto posizioni molto divergenti ed a volte con toni molto accesi.
Negli incontri intrattenuti con la Commissione, “Noi Laboratorio Civico e Confabitare Trapani” hanno dato la massima disponibilità ad una sana collaborazione, dicendo sempre ciò che ritenevamo giusto, opportuno e dando conoscenza delle eventuali azioni che si potevano intraprendere, offrendo anche le professionalità dei nostri associati a costo zero.
Noi non siamo indifferenti per cultura, Noi abbiamo accettato lo scioglimento del Comune e da subito abbiamo voluto dimostrare la nostra volontà ad una sana collaborazione, con azioni propositive tal volta critiche ma sempre costruttive.

CONFABITARE–Trapani
NOI LABORATORIO CIVICO