Il 27 Maggio 2015, nell’Aula Magna del Liceo delle Scienze Umane, al termine di un percorso di studio che ha coinvolto gli alunni delle classi terze dei licei delle Scienze Umane e Classico si è svolta la manifestazione: “Danilo Dolci utopista di mestiere”.

Danilo Dolci (1924- 1997) intellettuale del ‘900, visse la sua avventura siciliana non da turista in cerca di emozioni ma con sofferta partecipazione ai gravi problemi della Regione. Il coraggio, la coerenza e la difesa della dignità dell’uomo sono stati gli elementi caratterizzanti del suo percorso e del suo modo di operare. Con la sua immaginazione sociologica riuscì a coinvolgere prestigiosi intellettuali italiani e stranieri, nello sforzo di creare dal basso, con il protagonismo dei ceti subalterni, un’alternativa al potere dominante.

Alla manifestazione sono intervenuti la Dirigente Scolastica Tania Barresi, Amico Dolci e Pino Lombardo ( rispettivamente figlio e collaboratore di D. Dolci).

Attraverso letture, drammatizzazioni e lavori multimediali, presentati nel corso della mattinata, abbiamo ripercorso le tappe fondamentali dell’opera sociale, letteraria e pedagogica di Danilo Dolci, ricreando quell’intensa atmosfera che era propria dei gruppi di lavoro organizzati all’interno del Centro Studi e Iniziative. Significativa la ricaduta su noi alunni sia per la nostra crescita culturale che umana.

Daria Di Stefano ed Erasmo Barresi

 

danilo dolci