Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con il patrocinio di Ismea ha selezionato l’azienda agricola Centonze di Castelvetrano come unica realtà del panorama olivicolo siciliano per la realizzazione di una web-serie sulla diffusione della cultura dell’olio extravergine di oliva. Il progetto, che prende il titolo di “I capolavori dell’extravergine”, andrà in onda da marzo 2020 e vede coinvolte anche l’azienda umbra Marfuga e le pugliesi De Carlo e Conserva.

La azienda Agricola Centonze è stata scelta per la alta qualità dei suoi oli e per il fortissimo legame con la storia dell’olivicultura. Infatti in azienda sono custodite alcune Latomie greche risalenti all’800 AC ed alberi plurisecolari di cui uno in particolare millenario. Come e’ noto i greci furono il primo popolo che comprese come coltivare l’ulivo e come ottenere l’olio dai suoi frutti. Selinunte, che e’ in assoluto la più grande colonia greca edificata in Occidente e’ stata costruita scavando nel tufo delle Cave di Cusa e nella zona di Latomie.

Questi sono i luoghi dove di fatto la storia dell’olivicultura siciliana è iniziata. La città di Castelvetrano infatti dona il suo nome al metodo di lavorazione delle olive “dolcificate”, per l’appunto il Metodo Castelvetrano. Una troupe di attori entusiasti ha simulato un viaggio intorno al mondo dell’olio ed ai suoi paesaggi. Le riprese sono state effettuate anche a Selinunte e ciò non può che inorgoglire la nostra città e l’intero comparto che come noto quest’anno ha sofferto una carenza di prodotto all’albero mai registrata in precedenza.