Fede e folclore, pietà popolare e devozione antica per la Santa dei casi Impossibili. Il prossimo 22 maggio a Castelvetrano l’attesa processione in onore di Santa Rita, che dopo il grande successo della XIVI edizione del Corteo Storico dedicato alla Santa che si é svolto domenica scorsa, si passerà all’aspetto religioso e devozionale, volutamente distinto da quello prettamente rievocativo-teatrale.

La festa religiosa sarà introdotta da una serie di celebrazioni liturgiche presso la chiesa della Madonna della Salute, legata tradizionalmente al culto Ritiano essendo sede di un antico convento agostiniano fin dal 1624. Il culmine dei festeggiamenti religiosi entra nel vivo oggi lunedì 21 maggio dove alle ore 17.00 verrà recitata la Corona di Santa Rita a seguire la Santa Messa e alle ore 18.00 avverrà la celebrazione solenne del Transito di Santa Rita: il momento spiritualmente più coinvolgente della serata perché rievoca il momento della morte di Santa Rita, il rito si concluderà con il bacio dalla Sacra Reliquia e la Benedizione delle Rose.

Martedì 22 Maggio, Festa che la Chiesa dedica alla memoria alla “Patrona dei Casi Impossibili”, alle ore 11.00, sarà celebrata la Messa Solenne, presieduta dal parroco di Maria SS. della Salute Don Rino Randazzo al termine della quale verranno benedette le rose e a tutte coloro che portano il nome di Rita o Margherita verrà consegnata una pergamena ricordo. Nel pomeriggio alle ore 17.30 verrà celebrata la Santa Messa, al termine della funzione seguirà la Solenne Processione del Simulacro di Santa Rita per le vie della città.

Al rientro in Chiesa benedizione delle Rose e del pane di S. Rita che verrà distribuito ai fedeli.