ASCOLTA L'ARTICOLO

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha dato l’ok per l’emissione e corso legale della moneta da 2 euro commemorativa del “30° Anniversario della scomparsa di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino“. Le monete avranno corso legale dal 2 gennaio 2022, anno del trentennale delle stragi di Capaci e via D’Amelio.

Ecco cosa recita il decreto: «Visto il verbale n. 1/2021 della riunione del 27 maggio 2021 della Commissione tecnico-artistica dal quale risulta che il programma di emissioni numismatiche, millesimo 2022, prevede, tra l’altro, l’emissione di una moneta da 2 euro commemorativa del “30° Anniversario della scomparsa di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”; vista la nota informativa n. 12297/2021 con la quale il Segretariato generale del Consiglio ha comunicato che il Consiglio dell’Unione europea, con decisione dell’8 ottobre 2021, ha approvato il disegno della faccia nazionale della suddetta moneta; Ritenuta l’opportunità di commemorare il 30° Anniversario della scomparsa di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino mediante l’emissione di una moneta da 2 euro a circolazione ordinaria; Decreta: Art. 1 In attuazione del regolamento (UE) n. 651/2012, è autorizzata la coniazione della moneta da 2 euro commemorativa del «30° Anniversario della scomparsa di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino», millesimo 2022, per un contingente complessivo, in valore nominale, di euro 6.000.000,00, corrispondente a 3.000.000 di monete».

Le caratteristiche artistiche della faccia nazionale della moneta da 2 euro, sono determinate come segue: autore: Valerio De Seta; dritto: i ritratti dei due magistrati italiani Giovanni Falcone e Paolo Borsellino ispirati da una fotografia di Tony Gentile. In alto, ad arco, la scritta «FALCONE – BORSELLINO»; sotto, le date «1992 – 2022», rispettivamente anno della scomparsa dei magistrati e anno di emissione della moneta, tra le quali è inserito l’acronimo della Repubblica italiana «RI»; a destra «R», identificativo della Zecca di Roma; a sinistra, «VdS», sigla dell’autore Valerio de Seta; nel giro, le dodici stelle dell’Unione europea.

AUTORE.