Erano partiti per compiere una rapina e alla fine hanno anche abusato di una donna di 90 anni che aveva tentato di resistere all’aggressione di due minorenni.

Ridotta in gravi condizioni, la donna è stata salvata dalla polizia avvertita dalla figlia e ora è in ospedale per ferite, escoriazioni e fratture multiple. I due ragazzi, uno di 17 anni e l’altro di 14, sono stati individuati e condotti in un centro di prima accoglienza presso il Tribunale per i minorenni di Messina.

“Un incubo da Arancia meccanica – come racconta Felice Cavallaro su corriere.it – Nel cuore della città. In un edificio al centro di Messina. Con questi due balordi che picchiano una vecchietta a caccia di collanine ed altri oggetti d’oro completando l’opera nel peggiore dei modi.

Con una inaudita violenza sessuale che sconvolge la povera donna, rimasta esanime per terra, i vestiti strappati, sangue dappertutto. Poi è arrivata per fortuna la figlia. E’ scattato l’allarme. La sirena dell’ambulanza s’è miscelata con quella della prima Volante. I medici hanno cominciato a soccorrerla, mentre gli agenti venti minuti dopo individuavano sul corso principale della città questi ragazzotti in preda agli psicofarmaci, andati via indispettiti solo con un paio d’occhiali e una bici per bottino”