felice errante anfanoContinua ad essere sotto i riflettori dell’Agenzia dei Beni Confiscati, la situazione del Gruppo 6 GDO. La vicenda dei trentatre autotreni, appartenenti alla società Gruppo 6 GDO di Castelvetrano, azienda confiscata a Giuseppe Grigoli, considerato prestanome di Matteo Messina Denaro, ha risvegliato l’interesse sulle vicende del gruppo dichiarato fallito nel giugno 2014. I lavoratori, attualmente in mobilità, rimangono preoccupati.

Sanno, tramite i sindacati, di una trattativa in corso con un grosso gruppo conserviero campano che dovrebbe rilevare il Centro Distribuzione di via Partanna e dare occupazione a 40 lavoratori sui 90 ancora rimasti da collocare. Per molti di loro “sono solo annunci”.

Da quanto riferiscono, ancora nessun atto concreto è stato ufficializzato agli ex dipendenti. Sulla vicenda Gruppo 6 Gdo, si gioca l’intera “partita” tra lo Stato e l’impero economico confiscato a Giuseppe Grigoli, considerato il re dei supermercati e “prestanome” di Matteo Messina Denaro. I lavoratori, attualmente in mobilità, si aspettano notizie certe. Intanto, la prossima settimana, il sindaco, Felice Errante da sempre impegnato sulla delicata vicenda, volerà a Roma in compagnia del prefetto Postiglione per incontrare il Ministro, Angelino Alfano.

Posso assicurare i lavoratori-ha dichiarato-Errante – che sulla vicenda relativa alle aziende confiscate a Grigoli, c’è la massima attenzione delle istituzioni. Si stanno cercando tutte le possibili soluzioni per evitare che si perda anche un solo posto di lavoro.

Occorre creare, in questo momento, un clima di collaborazione. Polemiche e facili strumentalizzazioni servono a poco. Chiederò al ministro Alfano il massimo impegno per i lavoratori rimasti in mobilità

di Filippo Siragusa
per GdS