ASCOLTA L'ARTICOLO

Un amore sconfinato che, richiamando Dante Alighieri, può tradursi così: «Amor, amor, ch’a nullo amato amar perdona…». È quello che da 50 anni vivono Giuseppe D’Incerto Spina e Giuseppa Tortorici, che proprio oggi festeggiano il mezzo secolo di vita coniugale. Lui collaboratore scolastico in pensione, ha lavorato in Svizzera, Milano per poi tornare in Sicilia dove conquistò una certa notorietà da costruttore edile. La signora Tortorici, invece, è stata casalinga con una breve esperienza nel settore ospedaliero. Il loro amore è sbocciato quando ancora erano giovanissimi. «Io avevo 20 anni – racconta il signor D’Incerto Spina – e mia moglie appena 15. Già a 22 anni divenni papà, poi nonno a 44 e bisnonno a 64». Quella tra il signor Giuseppe e la signora Giuseppa è  una lunga storia d’amore che mai si è interrotta, anzi si è saldata sempre di più grazie all’affetto dei 3 figli, dei 6 nipoti e di una pronipote. «Il nostro è stato un amore autentico che ci ha consentito di superare momenti difficili ma anche di goderci giornate e momenti indimenticabili, vissuti», hanno detto i due coniugi di Castelvetrano.

AUTORE.