polizia stradale

Non conosce battute di arresto l’opera di repressione condotta dai poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Castelvetrano nei confronti dei soggetti sottoposti ad obblighi. 

Nelle maglie dei controlli – che sono stati notevolmente intensificati soprattutto al fine di scongiurare la recrudescenza dei reati predatori nella cittadina del Belice – è caduto, questa volta, un giovane di recente sottoposto agli arresti domiciliari, misura cautelare che l’uomo stava espiando presso la propria abitazione.

Malgrado fosse stato più volte ammonito al rispetto delle prescrizioni imposte dalla misura coercitiva, il giovane se ne è apertamente disinteressato, allontanandosi dalla propria abitazione.

Nel corso di un controllo eseguito presso il domicilio, gli agenti non lo trovavano all’interno della casa; poco dopo il personale operante lo notava sopraggiungere a piedi verso l’abitazione ed interpellato sulle ragioni della sua assenza, il soggetto non forniva alcuna risposta plausibile.

Sono così scattate la manette per SABANI Daniele, classe 1994, noto pregiudicato, gravato da numerosi precedenti per delitti contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, che già in passato, si era reso protagonista di condotte della medesima indole sottraendosi all’esecuzione dei provvedimenti giurisdizionali disposti a suo carico.
Espletate le formalità di rito, su disposizione della Procura della Repubblica di Marsala, l’arrestato è stato associato, dapprima, presso la Casa Circondariale “San Giuliano” di Trapani e di seguito all’udienza svoltasi con rito direttissimo nella giornata di ieri, nuovamente sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari da espiare presso l’abitazione familiare.

QUESTURA DI TRAPANI
Comunicato Stampa