Si rende noto che il funzionario responsabile comunale della Protezione Civile, Filippo Sciaccotta, ha stilato una mappa delle zone a rischio idro-geologico della città e delle borgate, alfine di fornire un prezioso supporto alla cittadinanza, e metterle in guardia dai rischi che possono verificarsi in casi di rovesci temporaleschi particolarmente intensi.

zone a rischio allagamento castelvetrano selinunte

CONSIGLI ALLA POPOLAZIONE

Come prevenire i rischi in caso di Temporali, fulmini, grandinate, raffiche di vento, trombe d’aria

I temporali sono fenomeni intensi, spesso rapidi e improvvisi, che si sviluppano con più frequenza tra i mesi di aprile e ottobre. Ad essi possono essere associati forti piogge, grandinate, fulmini, raffiche di vento. Alcuni temporali possono dare luogo a trombe d’aria.Per prevenire i rischi associati ai temporali ti consigliamo di leggere con attenzione queste norme dicomportamento. Sapere in anticipo cosa fare, se ti trovi in mezzo a un temporale, può aiutarti e farti sentire più tranquillo e preparato.

PRIMA
Di muoversi per una viaggio o qualsiasi altra attività all’aperto, informati sulle condizioni del tempo.
I temporali sono difficilmente prevedibili, ma nei bollettini meteo sono indicate le condizioni favorevoli al loro sviluppo.
Ogni giorno sul sito del Comune di Castelvetrano (http://www.comune.castelvetrano.tp.it) puoi trovare le previsioni meteo Bollettino di vigilanza o l’Avviso di criticità che ti avvertono di eventuali pericoli rischio idrogeo diffusi dalla SALA OPERATIVA “SORIS” di Palermo (http://www.regione.sicilia.it/presidenza/protezionecivile), mappe dei due radar meteo, che segnalano l’eventuale presenza di precipitazioni sul territorio regionale e nazionale http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/mappa_radar.wp

a) Se le previsioni meteo indicano maltempo, presta attenzione alle Allerte emesse dall’Agenzia
regionale di protezione civile, consultabili sul sito (http://www.regione.sicilia.it/presidenza/protezionecivile) ) e diffuse dai mezzi di informazione.
b) Se sei all’aperto e vedi lampi, soprattutto alla sera, il temporale può essere ancora lontano, anche decine di chilometri.
c) Se senti i tuoni, il temporale è invece a pochi chilometri allontanati velocemente.

Conoscere un fenomeno è il primo passo per imparare ad affrontarlo nel modo più corretto e a difendersi da eventuali pericoli- afferma il Sindaco- Per questo il Servizio di Protezione Civile è impegnato in attività di prevenzione e individuazione delle zone di pericolo, al fine di diminuire i possibili rischi connessi ad eventi calamitosi ed ha dato avvio a un’analisi conoscitiva delle condizioni di rischio su tutto il territorio predisponendo una planimetria con l’individuazione delle zone a forte rischio di allagamento, attuando una attività di previsione e prevenzione per l’imminente stagione invernale

Ulteriori informazioni sulla sezione “Protezione Civile” presente nel sito istituzionale del Comune di Castelvetrano:
http://castelvetranoselinunte.gov.it