Con l’ipotesi di voto di scambio la Procura di Marsala ha avviato un’indagine sulle amministrative dello scorso maggio e notificato tre avvisi di garanzia ad altrettanti politici.

Sequestrate carte all’ufficio tecnico del Comune su lavori di manutenzione di strade effettuati poco prima delle elezioni. La Guardia di finanza ha notificato gli avvisi a Vincenzo Sturiano, 37 anni, (Mps), consigliere piu’ votato e neo Presidente del Consiglio comunale; all’assessore Eleonora Lo Curto e al consigliere Michele Accardi.

Il reato di voto di scambio viene contestato anche ad alcune persone “vicine” ai tre politici, mentre di favoreggiamento devono rispondere altri che, interrogati nei giorni scorsi, avrebbero dichiarato il falso per “proteggere” uno dei tre politici indagati.

L’indagine sarebbe nata da un servizio giornalistico di un portale internet locale alla cui redazione era arrivata la lettera di un cittadino che voleva pubblicamente ringraziare Sturiano “per aver fatto asfaltare la stradina” che attraversa la sua contrada, nel versante nord del Marsalese, a circa sette chilometri dal centro cittadino.

Eleonora Lo Curto, breve biografia politica

Nel 1996 viene eletta a Marsala consigliere comunale e in seguito anche Presidente del consiglio; questi primi anni di politica attiva faranno di Eleonora una delle donne più in vista della politica trapanese. Nel 2001 oltre 5000 preferenze poteranno Eleonora all’elezione come deputato al Parlamento regionale siciliano, dove si spenderà nella difesa del territorio e delle fasce sociali più deboli.


Nel 2004 con lo slogan “UN UOMO IN EUROPA” la Lo Curto si candida alle elezioni europee raggiungendo un grandioso risultato, oltre 50.000, diventando la prima donna siciliana ad essere eletta al parlamento europeo. Il 7 Dicembre 2004 dopo 13 anni di convivenza Eleonora e Pasquale diventano marito e moglie, sposandosi con rito civile al comune di Marsala.

Nel 2006 Eleonora accetta la candidatura alle elezioni regionali ottenendo circa 7000 preferenze, successivamente rivestirà il ruolo di vicepresidente della provincia di Trapani e di vicecommissario dell’Mpa. Nell’aprile 2008 si candida per il rinnovo dell’Assemblea regionale siciliana nella lista LOMBARDO PRESIDENTE SICILIA FORTE E LIBERA ottenedo 5.266 voti ma non viene eletta per il mancato raggiungimento della soglia di sbarramento della lista.

Nel maggio 2012 viene nominata assessore della giunta comunale di Marsala dal neo-sindaco Giulia Adamo.