La «Pasta Primeluci Geolive» ai nastri di partenza per la nuova avventura in B2. Il team che tiene alto il nome del volley femminile castelvetranese è ormai pronto per l’esordio di oggi pomeriggio davanti alla sua tifoseria – alle 15, al Pala Puglisi di via Piersanti Mattarella – contro le baresi della “Brio Lingerie Castellana Grotte”. Mentre nell’immediata vigilia della gara iniziale in campionato, è andata in scena la presentazione ufficiale della squadra.

La rinnovata veste del progetto Primeluci, a partire dalle divise adesso rossonere, è stata infatti svelata dallo staff societario al gran completo giovedì sera (all’Area 14) di fronte agli occhi degli appassionati e degli addetti ai lavori, oltre a quelli degli sponsor. Un evento in grande stile, che riafferma il rango di una realtà abituata a palcoscenici di livello, ora motivata dalla voglia di riprendersi quella B1 toccata con mano nell’ultima stagione, e sfuggita per colpa dell’amara retrocessione.


Foto Carmelo Certa

Adesso il compito di scrivere pagine piene di cronache nuovamente vittoriose, cancellando al più presto lo spettro di quel brutto ricordo, spetta al roster messo insieme nel corso del mercato estivo. Un gruppo che conserva alcune basi dell’organico precedente, su cui sono stati innestati tanti arrivi, sia con alle spalle svariate esperienze nella categoria, che volti giovani da lanciare. Senza dimenticare l’apporto delle giovanili, vero serbatoio di future protagoniste.

Ecco dunque, in ordine alfabetico, le tredici ragazze chiamate a vestire fin da oggi la casacca della Primeluci, come già fatto nell’anteprima durante la quale tra l’altro è venuta fuori la complicità tra le atlete: Giada Amatori, Monica Atria, Siriana Lazzara, Margherita Lipido, Doriana Lo Iacono, Alessia Luraghi, Camila Macedo, Gabriella Mercanti, Patrizia Pagano, Maria Laura Patti, Camila Ribak, Maria Valente, Nadia Vullo.

E proprio alla capitana Nadia Vullo è spettato il compito di parlare a nome di tutte le compagne, impazienti di mettere alla prova del campo la preparazione iniziata a settembre, tra orgoglio e consapevolezza dei mezzi a disposizione: «Ce la possiamo giocare con ognuna delle squadre avversarie, partita dopo partita – dice la schiacciatrice – C’è un bel gruppo, amalgamato, che può puntare in alto. Fino a quando daremo il nostro meglio, potremo andare avanti».

Uguale entusiasmo mette in gioco la società castelvetranese; primo tra tutti i tifosi c’è il presidente Santo Catalano, che durante la presentazione ha ricevuto, come riconoscimento per l’impegno in questi anni al timone della Primeluci, una targa da parte di Vincenzo Barraco, presidente del comitato provinciale di Trapani della Federazione italiana pallavolo.

Lo stesso Barraco ha voluto mettere l’accento sul valore del vivaio castelvetranese definendolo «uno dei più grandi dell’intera provincia».

«Questo deve essere un bell’anno, nel quale cercheremo di fare un campionato positivo», ha dichiarato Catalano, cercando di motivare l’ambiente senza però caricarlo di aspettative.Quindi è stato il turno del tecnico della Primeluci, Vincenzo Calcaterra, che ha prima di ogni cosa rivelato come alla fine dell’ultimo amaro campionato «si era perfino pensato di chiudere con la pallavolo, prima di guardarci tra di noi in faccia e capire che dovevamo andare avanti sulla stessa strada». «Non dobbiamo più accontentarci di fare un campionato di B2, pur affrontando l’impegno con la dovuta umiltà – ha affermato infine coach Calcaterra – Possiamo contare su una squadra forte, avendo alle spalle una società solida che ha intenzione di guardare al futuro, e siamo pure testardi, perciò partiamo con tanta serenità nella convinzione di potercela fare».

Alessandro Teri
per Giornale di Sicilia