L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come la Giornata internazionale per I’eliminazione della violenza contro le donne e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le Organbzazioni Non Governative ad organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica in quel giorno.

Dalla Dichiarazione dell’ONU, Vienna 1993 si legge:

I diritti umani delle donne e dei bambini sono inalienabili e parte integrale e indivisibile dei diritti umani universali

La violenza di genere e tutte le forme di molestie e di sfruttamento sessuale, incluse quelle che risultino dal pregiudizio culturale e dal traffico internazionale, sono incompatibili con la dignità e il valore della persona umana, e perciò devono essere eliminate.

Tanto premesso..

La VI Commissione Consiliare Permanete di Castelvetrano auspica di costruire, a parrire dalla Famiglia, dalla Scuola e dalle Istituzioni tutte, una rivoluzione culturale e una Società nuova che ripudi ogni forma di violenza e consenta alle donne, senza distinzione di etnia e dunque di religione e di cultura, di non subire più violenze.

Un solo giorno non può bastare per debellare stereotipi che sul corpo delle donne vengono a piene mani diffusi tutti i giorni dalla cronaca, per debellare questa emergenza sociale mondiale.

Un solo giorno non può certo bastare per fermare la violenza.
Il nostro impegno deve essere ogni giorno perché mai più vi sia violenza sulle donne.

Dalla Piattaforma d’azione di Pechino, 1995 si legge:
La violenza contro le donne è un ostacolo al raggiungimento degii obiettivi di uguaglianza, sviluppo e pace. La violenza conrro le donne viola, indebolisce o vanifica il godimento da parte delle donne dei loro diritti umani e delle loro libertà fondamentali.