Si è svolta lo scorso giovedì presso la sede della cooperativa “Insieme” una conferenza stampa per rendere partecipe la cittadinanza delle forti preoccupazioni che riguardano la gestione il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati nel territorio di Castelvetrano.

Circa sessanta famiglie che lavorano nel settore attendono lo stipendio da circa 10 mesi. Fornitori che non sono più disposti ad attendere oltre. Beneficiari che attendono da anni l’ottenimento dei documenti utili per lasciare i centri di accoglienza per raggiungere paesi fuori dall’Italia.

Nel video gli interventi del presidente Scozzari, di alcuni degli operatori e di uno degli ospiti del progetto SPRAR di Castelvetrano.