foto. TrapaniOK

foto. TrapaniOK

In data odierna (12 dicembre), si è tenuto il tavolo sindacale tra i Commissari liquidatori della Mega Service Dott. Giuseppe MAZZEO e l’ Avv. Pietro BRUNO , le organizzazioni sindacali ed i rappresentanti aziendali.

E’ stata ribadita e riproposta, da parte dei liquidatori, la motivata ed imprescindibile necessità per non arrecare nocumento al processo liquidatorio nel 2014 della rinuncia da parte dei lavoratori alla indennità di fine rapporto per il prossimo anno.
Tale condizione che di fatto graverà come una ulteriore mannaia sulla dignità delle 66 unità tra dipendenti e maestranze è condizione sine qua non per potere continuare a sperare nella salvaguardia occupazionale legata in termini esclusivi alla definizione operativa dei liberi Consorzi dei Comuni.

Lavoratori, gli unici soggetti che continuano a prendersi ogni onere ed anche in termini paradossali, senza averne alcuna responsabilità oggettiva, caricandosi di tutte le disfunzioni offerte oggi da una Regione di fatto inadempiente e prima ancora da un Ente, la Provincia che non ha mai attuato in epoca pre-commissariale le previste ottemperanze del controllo analogo, la cui attuazione avrebbe evitato lo scorrimento della drammatica vertenza.

La penalizzante proposta nei dettagli sarà presentata a tutti i lavoratori nell’ambito di una assemblea sindacale che si terrà a Castelvetrano presso la sede della UIL in data 19 Dicembre p.v. alle ore 17,30.

La fase successiva sarà la rapida e conseguente verbalizzazione nel contesto di un nuovo tavolo sindacale e la sottoscrizione da parte dei lavoratori della scontata accettazione di rinuncia cui seguirà entro il mese la revoca dei 66 preavvisi di licenziamento.

Apertura da parte dei Commissari Liquidatori e per tutto il 2014 al mantenimento degli ammortizzatori sociali , rispettivamente Cassa Integrazione Straordinari per gli Edili e Cassa Integrazione in Deroga per i Servizi – che in termini essenziali significano ulteriori 6 mesi di speranza rispetto alle previsioni, in attesa che le istituzioni regionali definiscano le procedure di partenza dei Consorzi e la possibilità di eventuale salvaguardia occupazionale.

I LAVORATORI MEGA SERVICE S.p.A.