Il Codacons, nota associazione per la tutela dei diritti degli utenti e dei consumatori, ha già raccolto centinaia di segnalazioni per il concorso dell’8 giugno scorso, proposto dall’Agenzia delle Entrate per l’assunzione a tempo indeterminato di 855 persone. Molte irregolarità segnalate dai candidati fin dall’orario di inizio delle prove (che essendo diversificato a seconda della città ha dato adito a gravissime fughe di notizie on line).

L’Associazione per la tutela degli interessi pubblici che sono stati violati ha presentato un esposto alle Procure della Repubblica in cui si è svolto il concorso (Roma, Milano, Napoli, Bari, Palermo, Venezia, Catania, Torino, Bologna, Trieste e Ancona), con cui chiede di “compiere tutte le indagini necessarie al fine di accertare se siano ravvisabili responsabilità nei confronti dell’Agenzia delle Entrate

Configurati, secondo il CODACONS, i reati di rifiuto, abuso ed omissione in atti d’ufficio, oltre ai reati di omesso controllo e vigilanza. Per l’Associazione, inoltre, è assolutamente necessario procedere anche all’immediato sequestro di tutte le prove svolte nelle sedi interessate dal bando.

clicca qui per scaricare il modulo di ricorso

esposto Agenzia delle Entrate Palermo

esposto Agenzia delle Entrate Catania

Per annullare tutte le prove occorre che ciascuno proponga ricorso!
Gli effetti del giudizio amministrativo hanno effetto soltanto per i ricorrenti.