Si sono svolte la scorsa settimana, le operazioni di recupero del veliero Sant’Andrea, il cabinato in legno di 17 metri affondato all’interno del porticciolo di Porto Palo.

A quanto pare, l’inabissamento sarebbe stato causato da una distrazione, non sarebbero stati chiusi i canali di scolo per far fuoriuscire l’acqua dall’interno dell’imbarcazione.

Il proprietario, Antonino Barbera di Castelvetrano, grazie ad una gru, ha recuperato l’imbarcazione che tornerà presto a solcare il mare di Menfi, Sciacca a Marinella di Selinunte.