Trovate un bambino di due anni, mettetelo in una culla insieme a un coniglio vivo e ad una mela…

Se il bambino mangia il coniglio e gioca con la mela, la prossima volta mangerò una bistecca davanti a tutti

Gary Yourofsky

Vegan contro Vegetariani. Vegetariani contro Onnivori. Onnivori contro Vegan. Chi ha ragione? Chi è più intelligente? Le persone che accrescono consapevolezza sulla loro alimentazione diventano sempre di più, e parallelamente sorgono anche gruppi di onnivori che ridicolizzano i Vegetariani o i Vegan perché quel Vegano quella volta ha detto una stupidaggine. Sembrerebbe una lotta di ideologie.

Io, Marco Canestrari, ad Aprile 2012 mangio carne, conosco e adoro il suo sapore. Intendiamoci, non farei mai male ad un topo e salvo i lombrichi che incauti serpeggiano in terre asciutte, però mangio carne. Non sono qui per scrivere della mia vita personale ma per dire che non rappresento nessuna associazione Vegetariana. Ragazzi, fidatevi, lo dico con certezza estrema: “Ridurre l’apporto di carni nella nostra alimentazione è una cosa buona ed è questa la direzione che l’intelligenza collettiva del mondo prenderà evolvendosi”. Quale è la ragione per cui dico questo? Quale è la dimostrazione razionale per cui ciò che dico sarebbe giusto? Nessuna.

Lo ripeto: non c’è nessuna dimostrazione razionale per cui una persona non dovrebbe mangiare carne. Come è possibile tutto ciò? io sono un matematico carnivoro e mi metto a scrivere articoli a favore del “mangiare meno carne” senza uno straccio di dimostrazione? Esattamente così, non c’è una dimostrazione per il “non mangiare carne”, come non c’è nessuna dimostrazione razionale per cui una persona invece dovrebbe mangiare carne. Ad una attenta analisi si possono smontare facilmente tutte e due le tesi. Ma questo non significa affatto che le due azioni sono uguali. Infatti non c’è una dimostrazione razionale per qualsiasi impulso che sia puro e diretto. Al contrario sono gli impulsi profondi che poi determinano come strutturare le proprie giustificazioni razionali. Per dirlo in parole povere… Una persona si getta ad afferrare e salvare il bambino di un altro che sta scivolando in un dirupo. Gli viene istintivo, per lui è una cosa ovvia ed evidente. Ma come può dimostrare il suo gesto ad una persona che non ha la sua stessa sensibilità e se ne frega dei bambini degli altri? Non si può dimostrare. La sensibilità non è dimostrabile, ognuno ha il suo livello e non può essere trasmessa tramite un’ email o un articolo. Può essere solo stimolata, suggerita.

Una volta una persona onnivora mi ha chiesto: “Marco, se allora tu dici che è sbagliato mangiare la carne, allora perché non è sbagliato anche mangiare le piante che sono anch’esse viventi”?. Io le ho detto: “Fra una foglia di lattuga e un cavallo passano milioni di anni, l’universo per fare un cavallo ci ha messo molto più tempo ed energia, come ci ha messo più tempo per creare il nostro cervello rispetto ai tessuti della pelle. Tutto è vivente ma non per questo tutto ha la stessa funzione”. La mia risposta, infine è stata – “Se qualcuno ti dicesse di scegliere quale fetta del tuo corpo mangiare, sceglieresti una fetta della tua coscia o una fetta del tuo cervello? Naturalmente una fetta della tua coscia, perché senza una fetta di coscia continueresti a vivere più o meno come prima, invece tagliandoti una fetta di cervello è molto probabile che avresti delle enormi disfunzioni a livello cognitivo e motorio. Tutto è vivente, il cavallo come la lattuga. Il sistema nervoso centrale come le unghie dei piedi. Ma questo non significa che sia la stessa cosa mangiare una cosa o un altra!”.

L’American Dietetic Association, che è la più grande organizzazione mondiale di professionisti del cibo e della nutrizione, dichiara le diete Vegetariane salutari e benefiche. Harvard conferma che le carni rosse fanno venire cancro e infarto. Pian piano l’umanità avrà una visione d’insieme sempre più completa su questi argomenti e nel futuro anche i bambini sapranno che nutrirsi con poca carne è una azione molto migliore rispetto a quella di mangiare carne come fa il mondo oggi. Nel mentre, noi che siamo carnivori è meglio che ci documentiamo, ci informiamo, cerchiamo di ascoltare e capire a mente aperta invece di reagire superficialmente. Perché, se continuiamo così, alla fine non faremo altro che una pessima figura! Mettiamoci in gioco, non dividiamoci fra buoni e cattivi, perchè siamo tutti sulla stessa barca. Vedetevi questo video. E’ l’intero discorso di Gary Yourofsky sui diritti animali e sul veganismo tenuto ad Atlanta presso il Georgia Institute of Technology nell’estate del 2010.

La sensibilità verso gli altri esseri viventi non può essere imposta né insegnata, possiamo però iniziare a gettare le basi per favorire la sua naturale evoluzione – Marco Canestrari

autore. Marco Canestrari
fonte. eccocosavedo.blogspot.it