Canile CastelvetranoOggi molti cani hanno una casa, aiutati da uomini che hanno nel loro cuore un amore svicerato per degli esseri che ti amano incodizionatamente pretendendo solo un pò calore umano.

Il canile comunale di Castelvetrano ha ricevuto un valido sostegno per continuare a far si che a queste creature sia data una degna dimora. Purtroppo la realtà che si presenta ai nostri occhi da visitatori è una realtà forte, degna di nota.
Il canile ospita una molteplicità di cani che per quanto siano amati e curati ogni istante, purtroppo il loro numero è sempre crescente, mettendo così in condizioni di disagio chi cerca di gestire questi centri, che nascono per accogliere i trovatelli ma che crescono per cercare di sensibilizzare l’uomo a trovare lì tra tanti un amico fedele, che con occhi sgranati ti chiede solo un pò d’amore.

Tanti sforzi vengono fatti e tanti sacrifici, per cercare di tenere in piedi una struttura così importante, ma in un mare di indifferenza una goccia è sempre poca.

Tutti dicono e sostengono di essere amanti degli animali, tutti pretendono di possedere un cane o qualsiasi altro animale, spesso solo per un momento della loro vita, tutti sono convinti che ci si può disfare di loro perchè non necessari; ma mi chiedo l’uomo, s’è mai fatto carico di un sentimento vero? mi chiedo, chi veramente ama un animale, ha necessità di scegliere una razza precisa?

I sentimenti verso questi animali dovrebbero superare ogni barriera di razza, i sentimenti per questi esseri devono essere puri veri, quando ti accorgi che nei loro occhi non c’è invidia, rancore, rabbia verso di te, qualunque azione tu gli comporti, amare gli animali significa guardarli negli occhi e capire che lui non ti abbandonerebbe mai per andare in vacanza, sensibilizzarsi e scegliere, di non dovere scegliere un tipo preciso, solo perchè oggi è di moda, ti riempie il cuore di gioia quando poi guardandolo leggi nel suo sguardo gratitudine per avergli dato la possibilità di una vita in una famiglia, che non penserà mai di abbandonarlo


Oggi grazie alle nuove leggi sono stati raggiunti livelli di progresso davvero notevoli, oggi grazie ad una legislatura più severa, si punisce veramente chi commette reati nei confronti di questi esseri divinamente veri, oggi grazie alla gente che crede in loro, le lotte fatte per proteggerli hanno avuto risultati sul campo, per l’abbandono e l’uccisione.
Solo ieri un cane ucciso non portava alla punizione del colpevole per il reato in se, ma solo per tutelare il sentimento umano di pietà; oggi grazie alla nuova legge uccidere un animale, significa togliergli la vita, e quindi punito è, chi fa smettere di battere un cuore, e loro un cuore ce l’hanno, spesso più grande del nostro.

Cos’è un abbandono? Se non uccidere nell’animo un cane che aveva riposto nel proprio padrone la sua vita? Fermati a pensare allora se è gratificante o no cercare in mezzo a chi ha sofferto, o subito un abbandono o semplicemente ha vissuto una vita da vagabondo, il tuo amico.

Chi soffre nella vita perde la speranza, diamo loro allora la forza di credere ancora nell’uomo.

Patrizia Vivona

Seguono alcune foto degli “ospiti” del canile di Castelvetrano e della nuova area, appena costruita.

Canile Castelvetrano

Canile Castelvetrano

Canile Castelvetrano

Canile Castelvetrano

Canile Castelvetrano

Canile Castelvetrano