Tre palermitani, T. G., di 50 anni, G. I., di 49 anni, e T. A., di 29 anni, rispettivamente padre, madre e figlio, sono stati denunciati dai carabinieri per concorso in truffa aggravata ed insolvenza fraudolenta.

I tre, gestori di una società operante nel settore turistico la scorsa estate hanno prenotato, per conto di alcuni turisti, vacanze presso una struttura alberghiera di Selinunte, per una somma di complessivi 43.545 euro. Poi hanno incassato dai turisti le somme dei pacchetti-vacanza ma non le hanno girate ai titolari dell’albergo.

Le indagini dei carabinieri non sono al momento concluse.