Brutale aggressione a Palermo, nell’androne di un palazzo in via Uditore. Due sorelle, Carmela e Lucia Petrucci, di 17 e 18 anni, sono state aggredite a coltellate nel corso di una lite i cui contorni sono ancora da chiarire.

La minorenne, Carmela (in foto), è rimasta uccisa, mentre sua sorella Lucia è stata subito soccorsa e trasportata all’ospedale Civico di Palermo. E’ stata proprio la testimonianza di quest’ultima a mettere le autorità, allertate con una telefonata al 113, sulla strada giusta.

Le due sorelle, avevano avuto il tempo di suonare al citofono, poi è avvenuta la tragedia. L’assassino si è nascosto nell’androne, aggredendole. Carmela si sarebbe intromessa in una discussione animata tra Lucia e l’ex fidanzato che è già stato rintracciato ed arrestato.

Si tratterebbe, lo scrive La Repubblica di Palermo, di un ragazzo di 23 anni, Samuele, ex fidanzato di Lucia, ora ricoverata in ospedale, non in pericolo di vita.

Il presunto assassino è stato fermato poche ore dopo mentre tentava di fuggire salendo su un treno a Bagheria, in provincia di Palermo. Attualmente si trova in stato di fermo. L’indagato sarebbe stato incastrato grazie al segnale del suo telefonino. Gli investigatori sono riusciti a rintracciarlo mentre stava per salire su un treno, seguendo le celle a cui si è agganciato il suo cellulare.