Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante, ha preso parte alla cerimonia di consegna di alcuni beni confiscati alla mafia, che si è tenuta ieri mattina a Palermo alla presenza del Ministro dell’Interno, On. Angelino Alfano, del Procuratore nazionale Antimafia, Franco Roberti ed il Direttore dell’Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati, Prefetto Umberto Postiglione.

Il punto fondamentale è che l’aggressione ai beni criminali è una strategia che ha fin qui funzionato alla grande e che sta dando risultati straordinari perchè l’obiettivo che noi ci siamo dati, quello di dare carcere duro e confisca dei loro beni ai mafiosi, sta funzionando – ha detto Alfano – voglio congratularmi con il prefetto Postiglione , perché l’Agenzia per i beni confiscati sta lavorando molto bene e sta dando un ulteriore impulso, con l’accelerazione dei tempi della attribuzione dei beni dalla metà campo della illegalità alla metà capo della legalità.

terramia 6gdo oliolive

All’Amministrazione sono stati consegnati 4 terreni, che saranno utilizzati per iniziative sociali e lo stabilimento industriale di via Tagliata già sede di Olioliva che è stato assegnato alla Cooperativa Terramia, costituita da ex dipendenti del Gruppo 6 GDO. L’assegnazione è avvenuta di concerto con l’Agenzia dei beni Confiscati la quale da parte sua cederà il ramo di azienda Olioliva con le relative attrezzature e macchinari unitamente a quello della stagionatura dei formaggi. I sette dipendenti che hanno costituito la cooperativa e che per la capitalizzazione della stessa impiegheranno l’indennità di mobilità vedono così realizzarsi il sogno di tornare al lavoro.

Il Sindaco Errante, che era accompagnato dall’Assessore all’Agricoltura Paolo Calcara ha espresso grande soddisfazione per l’approvazione degli atti deliberativi che testimoniano con concretezza l’impegno antimafioso della città di Castelvetrano.

terramia 6gdo olio

L’Amministrazione Comunale continua il suo impegno ed il suo lavoro affinché la sfida possa avere pieno successo negli anni a venire assicurando lavoro e reddito a tanti lavoratori ed alle loro famiglie- ha detto Errante- questo è un ulteriore step in quel lungo percorso che abbiamo avviato per salvaguardare i lavoratori della ex Gruppo 6 GDO. Ai tanti che ci accusavano di illudere centinaia di lavoratori rispondiamo con atti concreti come quello odierno e gli altri che seguiranno grazie anche al prezioso sostegno che il Ministro dell’Interno non ci ha mai fatto venire meno.