Montale, i giovani e la crisi e la responsabilità della scienza sono alcuni degli argomenti proposti per la prova di italiano all’esame della maturità.

A confermare le prime indiscrezioni il sito studentesco Skuola.net a cui stanno giungendo segnalazioni via twitter, facebook e via mail.

Tra le tracce ci sarebbe anche lo sterminio degli ebrei da parte dei nazisti e il bene comune e individuale (al candidato sono stati forniti brani di Tommaso D’Aquino e di Russeau). Nessun riferimento invece a Marco Simoncelli o ad Amy Winehouse. A smentire nettamente le indiscrezioni il ministero dell’Istruzione che, per ”garantire la massima trasparenza” pubblicherà sul proprio sito alle 11, in aticipo rispetto al passato, tutte le tracce della prima prova.

Per la Tipologia A, Analisi del testo, è stato dunque proposto Montale con il brano ‘Ammazzare il tempo’ tratto da ‘Auto da fe’. Il saggio fu pubblicato nel 1966 e raccoglie articoli di attualità culturale, critica letteraria e musicale, meditazione sui cambiamenti culturali e morali di portata internazionale come la cultura di massa, l’arte ridotta a industria, spettacolo o merce da consumare. Il saggio è una dichiarata polemica contro gli aspetti involutivi della modernità, contro la “nuova barbarie” del consumismo.

Per la Tipologia B, Ambito artistico letterario, il tema è Il labirinto. Per la tipologia B, Ambito scientifico, Hans Jonas: ‘Principio di responsabilità, un etica e la civiltà tecnologica. Per la tipologia B, Ambito socio-economico, La crisi e i giovani con brani di Steve Jobs. E ancora, per la tipologia B, Ambito storico-politico, Hannah Arendt e sterminio degli ebrei. Per la tipologia C, Tema di carattere storico, Il bene comune e individuale con brani di D’Aquino e Rousseau. Infine, per la tipologia D, Tema di attualità, Avevo 20 anni sogni e stili delle nuove generazioni.

Ai 497.310 maturandi le tracce della prova scritta di italiano sono state ‘recapitate’ per la prima volta non più nelle tradizionali buste sigillate ma tramite web. Una novità che oltre a velocizzare le procedure rappresenta un risparmio in termini economici di circa 240mila euro.

Un ‘plico telematico’ dunque per al momento, assicura all’Adnkronos il ministero dell’Istruzione, non è stato segnalato alcun problema e coloro che lavorano alla procedura confermano che si è sciolta tutta la tensione legata alla novità. ”C’è grande soddisfazione e, al momento, è sicuramente una scommessa vinta”. La cosa – affermano ancora fonti ministeriali- è andata meglio anche rispetto al tradizionale invio cartaceo. I telefoni del ministero sono rimasti silenti.

Novità informatica a parte, i ragazzi dopo lo scritto di italiano di oggi affronteranno domani la seconda prova scritta più specifica per ciascun indirizzo. Al liceo classico greco; per il liceo scientifico matematica; per il liceo linguistico lingua straniera; per il liceo pedagogico: pedagogia; per il liceo artistico: figura disegnata.

Per gli istituti tecnici e professionali sono state scelte materie che, oltre a caratterizzare i diversi indirizzi di studio, hanno una dimensione tecnico-pratico-laboratoriale.

Per questa ragione la seconda prova può essere svolta, come per il passato, in forma scritta o grafica o scritto-grafica o scritto-pratica, utilizzando, eventualmente, anche i laboratori dell’istituto.

Le materie scelte per alcuni indirizzi sono: per l’istituto tecnico commerciale (ragionieri): economia aziendale; per l’istituto tecnico per geometri: topografia; per l’istituto tecnico per il turismo: lingua straniera; per l’istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione: alimenti e alimentazione; per l’istituto professionale per i servizi sociali: psicologia generale e applicata; per l’istituto professionale per tecnico delle industrie meccaniche: tecnica della produzione e laboratorio.

Per il settore artistico (licei e istituti d’arte) la materia di seconda prova ha carattere progettuale e laboratoriale (Architettura, Ceramica, Mosaico, Marmo, Oreficeria ecc.) e si svolge in tre giorni.

(Adnkronos)