Spedizioni Castelvetrano
CONAD Castelvetrano
Tutti gli articoli con tag: Giovanni Falcone
0commenti23 Mag 2016

Stasera il film su Boris Giuliano, nel cast giovane castelvetranese

Doppio appuntamento su Rai 1, lunedì 23 e martedì 24 maggio, con la fiction in onore di Giorgio Boris Giuliano, il vice-questore capo della Squadra mobile di Palermo ucciso per mano della mafia nel 1979 nel capoluogo siciliano. La fiction sarà trasmessa proprio il giorno in cui, ventiquattro anni fa, perdeva la vita il giudice Giovanni Falcone. Giuliano fu uno […]

0commenti23 Mag 2016

La mafia non è affatto invincibile. È un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio, e avrà anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave e che si può vincere non pretendendo eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni

lascia qui il tuo pensiero..

0commenti23 Mag 2016

23 maggio 1992, la mafia uccide Falcone, la moglie e tre agenti

Il 23 maggio 1992, sull’autostrada A29, persero la vita il magistrato antimafia Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro.

strage di capaci 23 maggio 1992

0commenti10 Gen 2013

STATO-MAFIA: no trattativa ma parziale intesa
– Pisanu sulle stragi di mafia del ’92-’93

tritolo strage di capaci“Noi conosciamo le ragioni e le rivendicazioni che spinsero Cosa nostra a progettare e ad eseguire le stragi, ma e’ logico dubitare che agi’ e pensò da sola” – sottolinea Pisanu.

“Di certo non prese ordini da nessuno, perche’ ha sempre badato al primato dei suoi interessi e alla autonomia delle sue decisioni. Tuttavia, quando le e’ convenuto, quando vi e’ stata convergenza di interessi, non ha esitato a collaborare con altre entita’ criminali, economiche, politiche e sociali.”

0commenti23 Mag 2012

23 maggio. La mafia non è un cancro

Sono passati vent’anni.
Quell’autostrada sventrata riapparirà dagli schermi piatti dei nuovi televisori pagati a rate, riconsegnandoci la stessa tragedia, la stessa violenza, lo stesso sgomento. Ci saranno centinaia di cerimonie commemorative e di cortei, in cui la storia di Giovanni Falcone verrà trasmessa nei termini lineari e semplici del rapporto di causa ed effetto: da una parte uno Stato che aveva messo in ginocchio la mafia col maxi-processo e dall’altra la terribile reazione di Capaci.

Ai ragazzi verranno presentate le facce dei soliti Riina e Provenzano, unici responsabili dell’orrore, soli rappresentanti di una mafia contadina dalle coppole storte, così distante dal loro mondo. E dal nostro.

0commenti23 Mag 2011

“Non farsi condizionare dalla paura”
Il grande insegnamento di Giovanni Falcone

Oggi vorrei ricordare il magistrato Giovanni Falcone raccogliendo alcune frasi che lo hanno reso immortale nella memoria della gente.

“La mafia non è affatto invincibile. È un fenomeno umano e come tutti i fenomeni umani ha avuto un inizio, una sua evoluzione e avrà quindi anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave e che si può vincere non pretendendo eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni”

0commenti22 Mag 2009

23 maggio, un fiore per Giovanni Falcone per non dimenticare

Abito a Castelvetrano da quando sono nata e non seguo molto la politica. Ieri, passando con lo scooter vicino la villa Garibaldi ho notato che la villa è dedicata a Falcone e Borsellino. Sapevo che si tratta di due magistrati che sono morti per difenderci dalla mafia, ma non sapevo granchè di loro. Mi sono informata in internet e saputo […]

0commenti26 Mag 2008

Trapani: dal 1978 al 2008

Era il 1966 e con il trasferimento a Trapani da Lentini, dove aveva svolto le funzioni di pretore, Giovanni Falcone cominciò la sua carriera professionale che si sarebbe interrotta a Trapani, nel luglio del 1978, per l’attribuzione dei nuovi incarichi a Palermo dove fu presto impegnato nella trincea dell’ antimafia e in prima linea contro Cosa Nostra e la schiera […]