Il 2° Circolo Didattico “Ruggero Settimo” ha aderito, per il secondo anno consecutivo, al Progetto Internazionale “Multikulturalità AMCM” promosso dall’Associazione Multi Culturale Mondiale in partenariato con la Link School of Language di Malta e con il patrocinio del MIUR.

Si tratta di un’esperienza altamente coinvolgente e formativa che si è tradotta in un soggiorno studio nell’isola di Malta nel periodo compreso tra il 19 e il 23 Marzo. Il progetto, che coinvolge più di 400 scuole in Italia e centinaia di scuole all’estero, si propone come obiettivo prioritario l’educazione alla multiculturalità attraverso l’elaborazione di attività e percorsi didattici che prevedono l’incontro con persone “altre”, per cultura, storia e condizioni sociali.

Strumento privilegiato dell’educazione interculturale è la conoscenza della lingua inglese, indispensabile per potere comunicare efficacemente. Lo stage prevede lezioni di inglese presso la Link School con insegnanti madrelingua ed escursioni guidate presso i luoghi di maggiore interesse storico ed artistico dell’isola maltese.

Nelle parole di Marika Catalonotto, della classe V C, raccolte dai compagni della redazione del giornalino scolastico,i ricordi salienti dell’esperienza vissuta: “all’inizio di questa avventura ero un po’ preoccupata all’idea di stare lontana da casa, in un paese straniero, ma questi giorni sono volati via, presa com’ero da mille attività nuove e coinvolgenti. Al mattino tutti in pullman, insegnanti e ragazzi, verso la Link School dove si svolgevano le lezioni di inglese. Il primo giorno tutti abbiamo fatto un test di accesso per poterci inserire nel gruppo più adatto al nostro livello di partenza. Nel pomeriggio abbiamo visitato diversi posti: La Valletta (capitale della Repubblica di Malta); Mdina (denominata Città del Silenzio); Vittoriosa, Senglea e Cospicua (le tre Città Fortificate dei Cavalieri di Malta). Bellissima è stata la passeggiata a piedi a Saint Julian’s e l’esperienza dello shopping dove ho cercato di mettere in pratica il mio inglese, ancora un po’ impreciso. L’ultimo giorno, a scuola, abbiamo sostenuto l’esame finale e conseguito l’ attestato. È stata un’esperienza indimenticabile che consiglio a tutti di fare; un viaggio che mi ha dato la possibilità di imparare meglio l’inglese, di fare amicizia con altri bambini e di conoscere posti meravigliosi…”
Il Dirigente Scolastico, prof.ssa Maria Luisa Simanella, anche lei al seguito della spedizione maltese, ha sottolineato la valenza formativa dello stage, che non si limita solo a uno scambio linguistico, ma ha la ferma priorità di promuovere l’educazione alla cittadinanza attiva e consapevole, nel rispetto della diversità e dell’individualità di ciascuno. La realizzazione del progetto è stata possibile grazie ad un accordo di rete a cui hanno aderito diverse scuole della provincia di Trapani: un esempio virtuoso di come la collaborazione e la sinergia tra istituzioni scolastiche possa garantire delle valide opportunità formative, altrimenti difficilmente concretizzabili.

Carmela Valenti addetto stampa II Circolo “Ruggero Settimo”