La Pallacanestro Marsala quest’anno ha scalato la classifica fino a raggiungere la promozione in C Nazionale e il Panatletico, la palestra dove la squadra si allena e gioca le partite casalinghe, è sprofondata di almeno due metri.

La frana è avvenuta la scorsa settimana: la zona asfaltata che si trova dietro la palestra è stata inghiottita da una voragine lunga più di dieci metri, rendendo inagibile la struttura. I Vigili del Fuoco sono intervenuti transennando la zona, ma la paura è stata tanta. Questa zona della città, infatti, dai terreni che costeggiano via Napoleone Colajanni fino ad arrivare alla piscina comunale, è piena di cave che negli anni sono stati riempite man mano che venivano costruiti i palazzi e strutture commerciali. La stessa piscina comunale è stata ultimata con decenni di ritardo perchè è stato è intervenuta la magistratura: prima di collaudare la piscina è stato necessario ripianare e consolidare tutte le cave limitrofe.

Lo smottamento che ha colpito il Panatletico è avvenuto nel terreno incolto che si trova dietro la struttura. Gli abitanti della zona nemmeno se ne sono accorti, ad allertarli sono stati i Rom che vivono nel campo poco distante. Se l’epicentro fosse stato più vicino, la palestra sarebbe crollata, lo dimostra il video che abbiamo realizzato: nelle riprese che inquadrano l’ingresso, proprio dopo l’entrata, si può notare la differenza di livello tra la palestra e la zona asflaltata, almeno 40 centimetri.

L’area colpita è di proprietà comunale, ma per l’amministrazione non c’è bisogno di allarmarsi. “Lo smottamento avvenuto in prossimità della palestra Panatletico interessa un’area già messa in sicurezza dal Comune. Inoltre, da quello che riferiscono i tecnici, in atto non c’è alcun problema per la piscina comunale”. Così afferma il sindaco di Marsala Renzo Carini che, insieme al dirigente ai Lavori pubblici Francesco Patti, ha effettuato un sopralluogo nella zona in qui si è verificato il cedimento. “Abbiamo emesso la necessaria ordinanza in capo ai rappresentanti societari che, pertanto, dovranno attivarsi per la messa in sicurezza della struttura. La nostra collaborazione sarà ampia, conclude il sindaco, considerato che la palestra è una struttura molto frequentata e che in essa si svolgono diverse attività sportive, di recente con ottimi risultati”.