I carabinieri di Rho sono intervenuti ieri sera intorno alle 22 nel vano scale di un condominio a Cornaredo, in provincia di Milano

L’ennesima lite tra D.F., 46enne pregiudicato di origine catanese, nullafacente, e M.S., 36enne operaio, originario di Castelvetrano, anche questi gravato da qualche pregiudizio di Polizia, entrambi da tempo residenti a Cornaredo, ha preso una piega violenta.

Pare che la discussione sia stata causata dala presenza di alcuni scatoloni che intralciavano l’accesso ai rispettivi scantinati. Accecati da rancori pregressi, i due si sono presto armati: M.S. ha afferrato un bastone con il quale minacciare D.F., mentre quest’ultimo ha sfoderato una Beretta con la quale esplodeva due colpi che ferivano il rivale alla coscia destra.

La moglie del ferito ha chiamato immediatamente il 118, intervenuto sul posto con un’ambulanza e automedica. I militari, della Stazione di Cornaredo e del Nucleo Radiomobile di Rho, hanno tempestivamente fermato l’autore del reato e dalla successiva perquisizione domiciliare è emersa la pistola, occultata sotto un tavolo del balcone. Trovate anche due dosi di cocaina ed eroina. D.F. è stato arrestato per tentato omicidio, porto abusivo di arma clandestina e detenzione illecita di stupefacente e tradotto nel carcere di San Vittore.