carabinieri castelvetrano

Nella mattinata di martedì i carabinieri della Compagnia di Castelvetrano hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio con particolare attenzione al monitoraggio della circolazione stradale, al fine di contrastare il mancato utilizzo dei caschi, la guida senza patente e la mancata copertura assicurativa dei veicoli.

Sicurezza stradale: in poche parole è questo uno dei diversi e importanti obiettivi prefissati dai militari dell’Arma di Castelvetrano, che, tra le altre cose, rivolgono particolare attenzione a quello che è un aspetto a volte sottovalutato ma di assoluta importanza nella vita di tutti i giorni: la circolazione stradale. In Italia, nell’ultimo anno, la strada ha causato più di 600 vittime ed oltre 20.000 feriti. Dati impressionanti se paragonati all’esiguo numero di vittime causate, nello stesso periodo, dagli omicidi.

Nel corso del servizio, che ha visto impiegate diverse pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile, tra cui i motociclisti, ed una pattuglia della Stazione Carabinieri di Castelvetrano, sono stati controllati oltre 50 veicoli.

Quattro sono le denunce a piede libero per guida senza patente scattate nei confronti di altrettanti soggetti: una donna incensurata di 56 anni, sorpresa senza casco e senza aver mai conseguito la patente di guida, in sella ad un ciclomotore scoperto di assicurazione obbligatoria; un pregiudicato castelvetranese di 36 anni, un incensurato di 31 anni ed un pregiudicato di Campobello di Mazara di 34 anni, anch’essi colti alla guida dei rispettivi ciclomotori senza aver mai conseguito la patente di guida.

Una denuncia a piede libero è scattata anche nei confronti di un uomo di 69 anni per falsità materiale commessa da privato. Sul parabrezza della sua auto aveva esposto un contrassegno assicurativo falso.

In tutto sono state una decina le contravvenzioni elevate dai carabinieri per il mancato utilizzo del casco ad altrettanti soggetti, i cui ciclomotori sono stati sottoposti a fermo amministrativo per 60 gg. Quattro, complessivamente, sono state invece le auto sottoposte a sequestro amministrativo perché prive di copertura assicurativa obbligatoria. Venti, in tutto, le contravvenzioni al codice della strada elevate dai militari dell’Arma, per un importo complessivo di circa 4.500 €.

Comunicato stampa CC CASTELVETRANO del 09.10.2013