Una partecipazione altissima oltre ogni previsione. Gli italiani dopo anni di astensionismo rispondono numerosi al quesito per confermare o meno la riforma della Costituzione.

Il fronte del “NO” vince praticamente in tutto il Paese ad eccezione delle Regioni: Trentino-Alto Adige, Emilia-Romagna e Toscana. Il Sicilia e Sardegna si è registrato il più alto divario tra i due schieramenti, con una percentuali di voti contrari alla riforma superiore al 70%.

A Castelvetrano hanno votato il 57,22% degli aventi al voto con un risultato nettamente in vantaggio per il “NO” con il 72,20% contro il 27,80% del SI. Nella città di Salemi, il “NO” ha superato il 75% delle preferenze. A Marsala il 64,04%, a Trapani il 73,19%.

Ecco tutti i dati di scrutinio..

scrutinio-referendum-costituzionale