Terra di innumerevole bellezza storica e paesaggistica la nostra Sicilia sarà scenario di un campo scuola un pò fuori dagli schemi, ad aderire a questo progetto sono gli studenti afferenti ai corsi di laurea triennale e magistrale in: Pianificazione territoriale, urbanistica e paesaggistico-ambientale; Geografia e scienze territoriali; Architettura;Ingegneria edile e affini; nonché i dottorandi in Studi urbani provenienti dalle università partner della Summer School: Politecnico di Torino, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Camerino, Università degli Studi di Cagliari e Università degli Studi di Palermo.

La Summer School si svolgerà dal 19 al 29 agosto 2018 e consisterà in un itinerario a piedi da Mazara del Vallo  a Palermo, passando per Selinunte, Castelvetrano, Salemi, Calatafimi Segesta, Alcamo, Partinico e Monreale.

Sarà occasione per studiare i territori segnati dagli incendi, riflettendo sia sulle politiche e sulle pratiche di prevenzione e gestione, sia sulle conseguenze della catastrofe.

L’incendio, tema predominante della Summer School, sarà affiancato da altre questioni sollevate dai contesti locali attraversati: a Selinunte, il gruppo studierà il fenomeno dell’abusivismo, visitando e studiando gli ordini sociali e spaziali di Triscina, uno dei più grandi insediamenti abusivi d’Europa; a Salemi, comune toccato dal terremoto del Belice, il contributo di alcuni ricercatori locali sul tema del post-terremoto, consentirà di osservare a cinquant’anni dalla catastrofe l’impatto nel territorio del processo di ricostruzione e l’avvenuta ridefinizione identitaria delle comunità locali.

Info su www.laboratoriodelcammino.com