Fino a qualche settimana fa nessuno davvero in pochi pensavano che il Trapani arrivati a questo punto della stagione fosse ancora in corsa per giocarsi delle chance di permanenza nel campionato di Serie B. Dopo la passata stagione che ha portato i siciliani ad un passo dalla promozione nella massima serie, sconfitti solo nello spareggio finale dal Pescara, la squadra allenata da Serse Cosmi non è riuscita a togliersi di dosso il peso di quel mancato salto di categoria, ottenendo in 21 gare giocate la miseria di una sola vittoria e nove pareggi. Un avvio di stagione che hanno costretto la dirigenza siciliana ad allontanare l’allenatore dei miracoli e ad affidare la panchina a Calori che era chiamato ad una rimonte quasi insperata: dall’ultimo rendere reale una possibile salvezza.

Il girone di ritorno del Trapani, però, è tutta un’altra storia (e sopratutto un’altra squadra):16 punti ottenuti (meglio hanno fatto solo la Spal, il Frosinone, il Bari, Il Novara, il Perugia e lo Spezia, tutte squadre che lottano per accedere ai playoff promozione, conditi da 18 reti realizzate (solo la Spal è riuscita a fare altrettanto) e 12 reti incassate (una delle migliori difese del torneo se si considerasse solo questa parte di campionato). Insomma la squadra di mister Calori sembra essere diventata una vera e propria corazzata e le ultime due vittorie ottenute a discapito di due tra le squadre più in forma del momento (il Bari, battuto nettamente in casa per 4-0 e il Benevento, battuto sul proprio terreno per 1-3) ne confermano le intenzioni del Trapani di giocarsela in tutte le partite fino alla fine del torneo per riuscire a mantenere un posto nel campionato cadetto.

Il Trapani, che sembrava ormai spacciato da un triste e mesto ultimo posto, si ritrova oggi al ventesimo posto della classifica con 32 punti (nelle ultime 11 gare sono arrivate solo due sconfitte, quattro pareggi e cinque vittorie), ad un solo punto da Latina e Brescia, che oggi giocherebbero lo spareggio permanenza, ed a due punti da Cesena e Vicenza, squadre che occupano l’ultimo posto che vale la salvezza. In sostanza la squadra siciliana ha colmato tutto o quasi il gap con le squadre che precedevano in classifica, tornando in corsa per una salvezza che, se ottenuta, rappresenterebbe un’impresa che negli ultimi 10 anni di storia era riuscita solo alla Salernitana.

In casa Trapani ora è il momento di tenere i piedi per terra ed i nervi ben saldi. Il calendario, infatti, non offre grandi spunti positivi, soprattutto perché la prossima sfida sarà contro la corazzata Verona che nelle ultime giornate sta deludendo ma che rappresenta una delle squadre più attrezzate per il salto di categoria. Sulla carta i veneti hanno più chance per la conquista dei tre punti, ma dobbiamo anche ammettere che i più importanti esperti di Serie B come Skybet.it prevedono un match piuttosto equilibrato. Ovviamente la squadra di Calori non deve fare calcoli, ma giocarsela a viso aperto, restando molto concentrata e puntando anche sull’apporto del pubblico che in molte gare ha rappresentato il 12 uomo in campo.