Parco Archeologico SelinunteNonostante l’approvazione del Consiglio dei Beni Culturali della Regione Sicilia, manca ancora l’istituzione ufficiale del Parco Archeologico di Selinunte.

Goletta Verde, la storica campagna estiva di Legambiente, realizzata con il contributo di Vodafone Italia e Italgest Mare, e la collaborazione del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, punta i riflettori chiedendo di accelerare i tempi per dare a un’ area di altissimo valore ambientale la giusta attenzione e valorizzazione.

La necessità di rilanciare Selinunte con l’effettiva istituzione del Parco archeologico e la realizzazione del museo Baglio Florio è stata sottolineata questa mattina nel corso della conferenza stampa, alla presenza di Gianfranco Zanna, Responsabile Beni Culturali Legambiente Sicilia; Nicola Corona, Portavoce di Goletta Verde; Giuseppe Gini, Sovrintendente Beni Culturali della provincia di Trapani; Giuseppe Salluzzo, Presidente Legambiente circolo di Crimiso Castelvetrano; Filippo Catalano, sottocapo 2 classe NP/PN della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo.

Un terzo del patrimonio archeologico nazionale è concentrato nella regione Sicilia, dove sono stati censiti quasi 2000 siti o aree archeologiche. L’attuale zona archeologica di Selinunte ha un’estensione di circa 270 ettari, mentre il piano approvato dal Consiglio Regionale comporterebbe un notevole allargamento dell’area di interesse, ma da più di sei mesi non arriva la firma del dirigente generale del dipartimento dei beni culturali perchè manca il nome del commissario del parco.

L’approvazione del piano non solo consentirebbe un miglioramento dal punto di vista della gestione e della salvaguardia di un patrimonio di grande valore ambientale, ma comporterebbe migliori condizioni di fruibilità per scopi scientifici, sociali, economici e turistici, grazie anche all’aiuto di ulteriori finanziamenti.


“ E’ inammissibile che un patrimonio storico e paesaggistico di altissimo valore come quello di Selinunte debba ancora attendere l’istituzione del parco archeologico – dichiara Gianfranco Zanna, responsabile dei Beni culturali Legambiente Sicilia – Come Legambiente vogliamo infatti far riflettere le amministrazioni locali sui vantaggi in termini di valorizzazione ambientale e socio economica che possono derivare dall’istituzione del parco. Dal luglio 2001, dopo il decreto assessoriale che individuava l’elenco dei possibili parchi, è stato ufficializzato solo quello dei Giardini Naxos. Le scadenze sono state abbondantemente superate e Selinunte non può restare in attesa. Per le stesse ragioni chiediamo che venga istituito il museo Baglio Florio, praticamente già esistente dal punto di vista strutturale, ma non ancora attivo perché manca un modesto finanziamento per completare gli arredi, organizzare l’esposizioni, i traslochi e gli allacci.”

“ Goletta Verde non è solo una campagna di monitoraggio delle acque di balneazione – dichiara Nicola Corona, portavoce di Goletta Verde – ma anche lotta alle illegalità e soprattutto un’occasione per rilanciare strategie e politiche territoriali. A tal ragione riteniamo siano necessarie politiche efficaci volte alla valorizzazione di un’area che merita maggiore attenzione. L’obiettivo è quello di superare una volta per tutte l’idea che un vincolo di tutela ambientale abbia come unico scopo quello di voler impedire alcune attività che possono danneggiare il patrimonio archeologico, ma è anche un’opportunità di sviluppo per l’intero comprensorio. Un modello di sviluppo non effimero, come quello della cementificazione selvaggia, ma duraturo che tutela l’ambiente e che distribuisce equamente e stabilmente reddito.”

Sponsor tecnici di Goletta Verde 2008 Corepla, Nau..! Novamont, Panasonic, Rigoni Asiago

– Radio ufficiale, radio RDS
– Media partners La Nuova Ecologia

I tecnici di Goletta Verde viaggiano a metano su vetture Fiat e veicoli Fiat Professional Natural Power

Ufficio stampa Goletta Verde
Roberto Secci 349 6546513

Marinella di Selinunte