Due scuole, una elementare e una media inferiore, con la necessità di smaltire amianto e una terza, anche questa elementare, alla quale vanno innalzati gli standard di contenimento energetico.

L’amministrazione comunale corre ai ripari e approva tre diverse delibere con le quali oltre a dare il benestare ai progetti inerenti ai lavori autorizza il sindaco Felice Errante a presentare le istanze di finanziamento all’Assessorato regionale all’Istruzione e alla formazione professionale.

Le scuole per le quali sono stati redatti i progetti di messa in sicurezza sono le elementari “Lombardo Radice” e “Dante Alighieri” e la media “Gennaro Pardo”. Nelle ultime due è stata rilevata la presenza di manufatti in amianto, tra cui lastre e serbatoi, mentre nella prima vi è la necessità di contenere gli sprechi energetici. Per tutte, poi, è prevista una manutenzione straordinaria.

Per i lavori da realizzare in ciascuna struttura scolastica l’esecutivo di Palazzo Pignatelli ha prenotato, sul redigendo bilancio 2013, la somma di 4.997,64 euro attraverso la quale cofinanzierà ogni progetto nella misura del 5% dell’importo complessivo che è stato previsto in 99.952,73 euro. I fondi ai quali attingere tramite la Regione sono quelli previsti dall’articolo 18 della legge n. 98 del 9 agosto scorso che contempla proprio la possibilità di eseguire interventi urgenti di messa in sicurezza di edifici scolastici.

Margherita Leggio
per La Sicilia